🟢 Bonus di inizio 2023: questo mese arriva una nuova agevolazione, come richiederla e a chi spetta

Che cosa riguarda il bonus 2023 che in realtà va concesso solo in determinate situazioni ma che comporta un vantaggio non da poco per tutti coloro che hanno uno specifico tipo di lavori.

La scritta Bonus e delle banconote in euro (Foto Canva - Inran.it 01012023)
La scritta Bonus e delle banconote in euro (Foto Canva – Inran.it)

Bonus 2023, c’è una bella novità che riguarda diversi cittadini e che scatta proprio a decorrere dal primo giorno di questo anno nuovo. Il tutto ha anche trovato già conferma ufficiale con la Legge di Bilancio che è passata di recente.

Il Governo Meloni ha introdotto una serie di novità per quanto riguarda i vari bonus 2023, tra conferme di provvedimenti già preesistenti, modifiche agli stessi e quant’altro. Ed in questo senso si riscontra anche la introduzione di una misura tutta nuova.

Questo bonus 2023 riguarda una specifica situazione che ha contraddistinto anche la fine del 2022 e che vede la applicazione di una norma ben specifica, come previsto dalla legge.

Bonus 2023, a chi spetta e come fare per ottenerlo

Dei soldi in euro ed un salvadanaio (Foto Canva - Inran.it 01012023)
Dei soldi in euro ed un salvadanaio (Foto Canva – Inran.it)

Si tratta del vedersi riconoscere dal proprio datore di lavoro un beneficio che spetta quando un giorno rosso in calendario, inteso come festivo, cade di domenica. In quel caso non può essere fruito dal lavoratore, ma ecco che va attuata una gratifica.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Bonus elettrodomestici prorogato per altri due anni: cifre, requisiti e come fare richiesta

È accaduto sia a Natale 2022 che nel giorno di Capodanno che inaugura il 2023. Entrambe queste festività sono capitate di domenica. A potere beneficiare di questa misura sono i lavoratori subordinati, come indicato nei rispettivi contratti collettivi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO CONTENUTO: Reddito di Cittadinanza 2023: cosa cambia e come comportarsi per mantenere il beneficio

Questi giorni festivi, quando coincidono di domenica, vengono ritenute lavorate e quindi retribuite come tali. Se poi si sceglie, di comune accordo con il proprio superiore, di lavorare in questo giorno, pure in tal caso va concessa al lavoratore una gratifica.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Bonus INPS di 200 euro: cosa fare quando la domanda è respinta? Come chiedere il riesame

La legge di riferimento per situazioni come questa è la n.260 risalente al 1949 e mai cambiata o modificata da allora. All’art. 5 comma 3 viene precisato come i lavoratori debbano ottenere sia la normale retribuzione consueta che una maggiorazione che riguarda l’aliquota giornaliera.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Nel caso in cui si presentino altri casi analoghi bisognerà applicare dunque questa norma a tutto vantaggio dei lavoratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.