3 trucchi per far fiorire la tua orchidea 🌺: poche mosse e sarà meravigliosa

Orchidea: ecco qualche trucco per farla fiorire e mantenerla in salute anche in casa. Bastano poche mosse e un po’ di accortezza.

Orchidea rosa (Canva – Inran.it)

Se vi è stata regalata un’orchidea Phalaenopsis intorno a San Valentino, è probabile che il suo ciclo di fioritura sia terminato. Ma il fatto che non vediate nulla, non significa che la vostra orchidea sia morta. Questo è solo l’inizio di un nuovo viaggio e una parte essenziale della cura delle orchidee.

Dopo la fioritura le orchidee Phalaenopsis attraversano una fase di riposo chiamata dormienza. La dormienza dura in genere dai sei ai nove mesi, ma può variare da pianta a pianta. Prestare all’orchidea cure di qualità durante la fase di dormienza contribuirà a garantirle una nuova fioritura.

3 trucchetti per far fiorire l’orchidea

Orchidea bianca (Canva – Inran.it)

Quando tutti i fiori sono caduti dalla vostra orchidea Phalaenopsis, seguite questi passaggi per innescare la rifioritura dell’orchidea. (Nota: se l’orchidea sta perdendo i fiori, è necessario rimuovere quelli appassiti per preservare la vita dei fiori rimanenti. I fiori appassiti producono etilene che fa appassire più rapidamente anche i fiori circostanti).

CONTENUTI CHE POTREBBERO PIACERTI: Questa pianta è perfetta per decorare gli esterni: si chiama Carex ed è una vera meraviglia

Per aiutare la vostra orchidea a rifiorire, seguite questi consigli per la cura delle spighe. Innanzitutto, rimuovete tutti i fermagli e i picchetti. Se la spiga è ancora verde, tagliatela un centimetro sopra il primo nodo sotto il fiore più basso (come mostrato nell’immagine sopra).

CONTENUTI CHE POTREBBERO PIACERTI: Non dovresti mai togliere i trifogli dai vasi delle tue piante: il motivo è sconvolgente

Se lo stelo sta diventando marrone, tagliare lo stelo alla base della pianta. Le orchidee Phalaenopsis non fioriscono su spighe marroni. Se la vostra orchidea ha una spiga doppia, tagliate una spiga un centimetro sopra il primo nodo sotto il fiore più basso e tagliate l’altra spiga alla base della pianta. A questo punto l’orchidea è dormiente, ma non morta. Rimarrà così per sei-nove mesi, fino alla comparsa delle nuove fioriture.

CONTENUTI CHE POTREBBERO PIACERTI: 3 fiori invernali che non possono mancare: bellissimi e super resistenti al freddo

Anche quando l’orchidea è a riposo, ha bisogno di acqua e di cure. Seguite questi semplici passaggi per favorire la fioritura. Continuate ad annaffiare l’orchidea con 3 cubetti di ghiaccio una volta alla settimana. Se avete un’orchidea piccola, usate 2 cubetti, mentre per un’orchidea mini ne basta uno. Se avete più di una pianta in una singola fioriera, assicuratevi di dare a ogni pianta il suo set di cubetti. Concimate l’orchidea una o due volte al mese con un fertilizzante bilanciato per piante d’appartamento a metà dose.

SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM, TELEGRAM E TIK TOK

Non innaffiate l’orchidea con il ghiaccio nelle settimane in cui viene concimata. Aiutate le vostre orchidee a crescere fornendo loro molta luce solare indiretta. Mettete l’orchidea in un luogo più fresco di notte. Le temperature notturne più fresche (da 55 a 65 gradi Fahrenheit) favoriscono la comparsa di nuove spighette. Quando spunta una nuova spiga, potete riportare l’orchidea nel suo ambiente normale. Non perdete mai un’annaffiatura con le nostre e-mail o messaggi di testo settimanali di promemoria!

Quando la vostra orchidea si prepara a rifiorire, vedrete spuntare dal supporto qualcosa che assomiglia a una radice. La punta della crescita avrà la forma di un guanto. Se la nuova crescita è una radice, manterrà un bordo arrotondato. Man mano che cresce, potrebbe essere necessario sostenere lo spuntone con un paletto, ma assicuratevi che abbia finito di crescere prima di fissare lo stelo al paletto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.