Fichi secchi: proprietà e benefici di questo alimento formidabile

I fichi secchi sono alimenti incredibilmente benefici: scopriamo insieme le loro sbalorditive proprietà nutrizionali.

Fichi secchi pro e contro
Fichi secchi (Fonte foto Canva – Inran.it)

Dal sapore dolce e dalla consistenza croccante, i fichi secchi sono tra i frutti tipici del periodo natalizio. Si tratta di alimenti ricchi di nutrienti e sostanze dall’azione benefica per l’organismo. Esaminiamo tutto ciò che c’è da sapere a riguardo: dalle quantità giornaliere da non superare ai possibili effetti collaterali, passando per tutti i benefici dei fichi secchi per la nostra salute.

Fichi secchi: proprietà e benefici

Fichi secchi benefici e controindicazioni
Fichi secchi su un vassoio (Fonte foto Canva – Inran.it)

I fichi secchi sono ottenuti dai fichi freschi, per mezzo di un processo di essiccazione che riduce il loro contenuto di acqua prolungandone i tempi di conservazione.

Si tratta di prodotti artigianali molto antichi, originari della Calabria. Il consumo di questi alimenti apporta numerosi nutrienti, tra cui:

  • Fosforo;
  • Calcio;
  • Ferro;
  • Sodio;
  • Potassio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Lenticchie: ecco perché dovremmo mangiarne in volontà | Proprietà benefiche incredibili

Sono numerosi i benefici che i fichi secchi esercitano sull’organismo. In primo luogo, essendo ricchi di fibre, migliorano la salute e l’efficienza del sistema gastro-intestinale. In particolare, essi:

  • Favoriscono il transito intestinale;
  • Contrastano disturbi come stipsi e diarrea;
  • Prolungano il senso di sazietà.

LEGGI ANCHE: Gravidanza: si possono mangiare i fichi secchi? La risposta degli esperti

Inoltre, sono alimenti ricchi di sali minerali, tra cui in primis calcio e potassio. Si tratta di sostanze indispensabili per il corretto funzionamento del cuore, dei muscoli e del sistema nervoso.

Infine, ulteriori benefici per il sistema cardiovascolare dipendono dal fatto che i fichi secchi sono naturalmente privi di grassi e colesterolo. Ciò, in aggiunta alla presenza di antiossidanti, fa sì che il consumo di questi alimenti contribuisca a ridurre il rischio di patologie come ictus, infarto del miocardio e aterosclerosi.

Fichi secchi: controindicazioni ed effetti collaterali

Pur essendo ricchi di benefici, i fichi secchi non sono esenti da possibili effetti indesiderati. In primo luogo, è bene prestare attenzione alle quantità giornaliere da non superare. Infatti, essendo stati privati dell’acqua, questi alimenti presentano un contenuto zuccherino più elevato, risultando altamente calorici.

In linea di massima, quindi, si consiglia di non mangiare più di 2-3 fichi secchi al giorno, pari a una dose di circa 30 grammi. Si tratta di uno spuntino ideale, da consumare tra un pasto principale e l’altro per mantenere costanti i propri livelli di energia, senza rischiare di accumulare peso in eccesso.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Inoltre, poiché nei fichi c’è una consistente concentrazione di ossalati, ovvero particolari molecole che possono favorire la formazione dei calcoli, il loro consumo è sconsigliato a coloro che soffrono di disturbi a carico della cistifellea e dei reni.

Infine, questi alimenti potrebbero contenere solfiti. Si tratta di sostanze che rischiano di causare reazioni allergiche particolarmente gravi nelle persone che soffrono di asma.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.