Se la notte ti capita di sudare forse faresti bene ad informarti subito: potrebbe essere un segnale

Le sudorazioni notturne abbondanti sono comuni durante la menopausa. Le sudorazioni notturne che si verificano insieme ad altri sintomi possono essere il segno di un’infezione, del diabete o del cancro.

Sudare di notte
Sudore (Canva) Inran.it

La sudorazione notturna può essere un effetto collaterale di un farmaco che si sta assumendo. Parlatene con il vostro medico curante. Una volta diagnosticata la causa dei sintomi, il medico potrà consigliare un trattamento per gestire la sudorazione notturna.
La sudorazione notturna è una sudorazione talmente intensa da attraversare i vestiti e le lenzuola e disturbare il sonno. In genere, la sudorazione è una sana risposta di raffreddamento che mantiene la temperatura corporea a un livello sicuro e confortevole.

Sudare di notte: attenzione a questi segnali

Patologie del sudore
Fatica (Canva) Inran.it

La sudorazione notturna, invece, non è affatto confortevole. Al contrario, si può avvertire un’improvvisa ondata di calore che si diffonde in tutto il corpo, seguita da sudorazione, arrossamento della pelle e battito cardiaco accelerato. Ci si può svegliare sudando freddo, chiedendosi che cosa abbia provocato questo comportamento del corpo.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

La sudorazione notturna spesso accompagna la menopausa. Quando la sudorazione notturna si accompagna ad altri sintomi, può essere il segnale di una condizione che richiede l’intervento di un medico.

La sudorazione notturna può colpire chiunque, ma è più comunemente associata alle persone assegnate al sesso femminile alla nascita. I cambiamenti ormonali legati agli ormoni riproduttivi, come gli estrogeni e il progesterone, possono causare spiacevoli variazioni della temperatura corporea che fanno sentire troppo caldo. Il corpo può reagire con una vampata di calore (hot flash) per raffreddarsi, oppure può sudare eccessivamente (sudore notturno).

LEGGI ANCHE: Dieta della compensazione: scopri come funziona e se è proprio quella che fa al caso tuo

Perimenopausa e menopausa

La sudorazione notturna è comune durante la perimenopausa e la menopausa. La menopausa inizia ufficialmente quando non si hanno mestruazioni per 12 mesi consecutivi. L’età media di insorgenza è di 51 anni. La perimenopausa è il periodo che precede la menopausa. Durante la perimenopausa, le ovaie producono meno estrogeni, progesterone e testosterone e le mestruazioni diventano irregolari. La perimenopausa si verifica solitamente tra i 40 e i 50 anni.

LEGGI ANCHE: Dovresti sempre camminare in questo modo perché ti fa davvero bene | Risultati incredibili

Il cambiamento dei livelli ormonali durante la perimenopausa e la menopausa può causare problemi nella regolazione della temperatura corporea da parte dell’ipotalamo (la parte del cervello che controlla il calore corporeo). Si tratta di un’anomalia nel termostato interno del corpo. Potreste avvertire un improvviso calore o una vampata di calore sul viso, sul collo e sul petto. In risposta, il corpo cerca di raffreddarsi sudando troppo.

Le persone che soffrono di insufficienza ovarica primaria (POI) possono sudare di notte per ragioni simili a quelle delle persone in perimenopausa e menopausa. Con la POI, le ovaie smettono di produrre estrogeni prima dei 40 anni.

Sindrome premestruale (PMS) o disturbo disforico premestruale (PMDD)

Le fluttuazioni ormonali durante il ciclo mestruale possono anche causare sudorazione notturna. I livelli di estrogeni diminuiscono prima delle mestruazioni, nel periodo più comunemente associato alla sindrome premestruale e al disturbo disforico premestruale. Sebbene sintomi come irritabilità e crampi siano più comunemente associati alla sindrome premestruale e alla sindrome premestruale, possono verificarsi anche sudorazioni notturne.

Gravidanza

La fluttuazione dei livelli ormonali durante la gravidanza può anche causare sudorazione notturna. Le sudorazioni notturne legate alla gravidanza sono più comuni durante il primo trimestre (dalla prima alla quattordicesima settimana) e il terzo trimestre (dalla ventisettesima settimana al parto). La sudorazione può continuare per alcune settimane dopo la nascita del bambino, poiché gli ormoni si adattano ai livelli precedenti la gravidanza.

LEGGI ANCHE: Una buona colazione ti aiuta a dimagrire: ti svelo un piccolo segreto che nessuno conosce

La menopausa, la perimenopausa, la sindrome premestruale e la gravidanza sono le uniche cause della sudorazione notturna?
No. La sudorazione notturna è un sintomo di diverse condizioni e un effetto collaterale di vari farmaci. La sudorazione notturna può verificarsi per molte ragioni che colpiscono le persone indipendentemente dal sesso. Altre cause includono:

  • Malattie infettive: Tra cui la tubercolosi e il virus dell’immunodeficienza umana (HIV).
  • Infezioni batteriche: Tra cui l’endocardite (infiammazione del rivestimento interno del cuore), l’osteomielite (infiammazione delle ossa/del midollo osseo) e l’ascesso piogenico (pus nel fegato).
  • Infezioni virali: Compresi raffreddore, influenza e COVID-19.
  • Malattie ormonali: Tra cui tiroide iperattiva, tumori endocrini e diabete.
  • Abuso di sostanze: Compresi alcol, eroina e cocaina.
  • Disturbi neurologici: Comprendono la disreflessia autonoma, la neuropatia autonoma (danni ai nervi autonomi), la siringomielia (cisti nel midollo spinale) e l’ictus.
  • Cancro: Compresi la leucemia (cancro del sangue e del midollo osseo) e il linfoma (cancro delle cellule del sangue).
  • Condizioni di salute comportamentale: Compresi il disturbo di panico e l’ansia.
  • Disturbi del sonno: Compresa l’apnea ostruttiva del sonno.
  • Malattie dell’apparato digerente: inclusa la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD).
  • Effetti collaterali dei trattamenti antitumorali: Compresi gli inibitori dell’aromatasi, il tamoxifene, gli oppioidi e gli steroidi.
  • Effetti collaterali di altri farmaci: Compresi alcuni antidepressivi e farmaci per il diabete, steroidi, acetaminofene, aspirina e farmaci per la pressione alta.

La sudorazione notturna può anche essere correlata all’iperidrosi, una condizione che comporta un’eccessiva sudorazione senza motivo apparente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.