Infiammazione del nervo vago: sintomi, cause e come alleviare il dolore

L’infiammazione del nervo vago è alla base della maggior parte delle malattie croniche. Mentre l’infiammazione acuta può essere utile come parte delle risposte immunitarie e di guarigione, l’infiammazione può danneggiare l’organismo.

Infiammazione nervi
Nervi (Canva) Inran.it

Il nervo vago (nervo cranico X) è il nervo principale della divisione parasimpatica (riposo e digestione) del sistema nervoso autonomo. È un’importante via di comunicazione tra cervello, sistema cardiovascolare, intestino e sistema immunitario. Questa via nervosa bidirezionale si estende dal tronco encefalico fino al torace e all’addome, ramificandosi in diversi organi. Questo percorso ad ampio raggio ha dato origine al suo nome, vagus, che in latino significa “vagante”.

Infiammazione del nervo vago: cause e rimedi

Infiammazione
Nervo (Canva) Inran.it

L’infiammazione cronica, sistemica e di basso grado è una delle principali cause dell’invecchiamento, delle allergie e di malattie croniche quali:

  • diabete di tipo 2
  • demenza di Alzheimer
  • aterosclerosi
  • Artrite

Il corpo è intricato e il nervo vago svolge un ruolo chiave nel coordinare la comunicazione. I segnali vengono inviati dal cervello agli organi del torace e dell’addome, nonché dall’intestino e dagli organi al sistema nervoso centrale. Il nervo vago contribuisce a orchestrare questa rete di comunicazione segnalando al cervello la produzione di neurotrasmettitori e ormoni, coordinando le risposte, regolando le reazioni allo stress e aiutando a tenere sotto controllo l’infiammazione.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Ad esempio, il nervo vago svolge un ruolo centrale nel coordinare la risposta di rilassamento parasimpatico, contribuendo a rallentare la respirazione e la frequenza cardiaca, a favorire il rilassamento, a stimolare la digestione e a generare un senso di pace e di calma. Per contribuire a coordinare questa risposta di rilassamento, il nervo vago rilascia il neurotrasmettitore acetilcolina, che sembra essere un importante freno all’infiammazione nell’organismo.

Il tono vagale e la sua importanza

Poiché il nervo vago è un importante centro di controllo dell’organismo, la sua salute è estremamente importante per la salute del cervello, del sistema immunitario e dello stato infiammatorio generale.

Ti potrebbe interessare anche >>> Pentole incrostate e unte: 3 rimedi geniali per pulirle alla perfezione e senza fatica

Alcune persone hanno un’attività del nervo vago più forte di altre, che permette al loro corpo di rilassarsi più rapidamente dopo lo stress. La forza della risposta del nervo vago è nota come tono vagale.

Un basso tono vagale è stato associato all’infiammazione cronica. Le ricerche dimostrano che le persone affette da patologie infiammatorie, come l’artrite reumatoide e altre malattie autoimmuni, spesso presentano una diminuzione della variabilità della frequenza cardiaca, un indicatore della riduzione del tono vagale. Questa riduzione del tono vagale innesca la produzione di citochine pro-infiammatorie (sostanze secrete dalle cellule infiammatorie e che influenzano altre cellule) e porta a un aumento dell’attività del sistema nervoso simpatico e degli ormoni dello stress, contribuendo all’infiammazione sistemica.

Il massaggio addominale come antinfiammatorio naturale

Fortunatamente è possibile attivare questo nervo e rafforzare il tono vagale attraverso tecniche naturali che aiutano a bilanciare il sistema immunitario, a calmare il corpo e la mente e a ridurre l’infiammazione. Le ricerche dimostrano che la stimolazione del nervo vago agisce come antinfiammatorio e tranquillante naturale, poiché riduce la produzione di citochine proinfiammatorie e calma il sistema nervoso.

Ti potrebbe interessare anche >>> Silicone nero in bagno: come farlo tornare come nuovo in poche mosse

Una tecnica emergente per ridurre l’infiammazione e tonificare il nervo vago è un tipo di massaggio auto-addominale. È stato dimostrato che il massaggio a pressione moderata stimola il nervo vago, aumenta i movimenti dell’apparato digerente e del suo contenuto e migliora la secrezione di insulina per aiutare a bilanciare la glicemia nei neonati pretermine (non sono ancora stati condotti studi sugli adulti). La combinazione di manipolazione manuale e stimolazione del nervo vago può avere potenti benefici antinfiammatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.