Mangiamo insetti ogni giorno senza saperlo: gli alimenti da evitare se non vuoi brutte sorprese

Molti dei cibi che portiamo in tavola quotidianamente contengono insetti o frammenti di essi: quali sono gli alimenti da tenere d’occhio?

frammenti insetti cibo
Insetti essiccati da mangiare (Canva) – Inran.it

Stimare la quantità di frammenti di insetti contenuta di tantissime farine, ma anche cacao, caffè e marmellate, è difficile. Come afferma la rivista Focus, la legislazione italiana ha ancora molte lacune riguardo a questo argomento e alla regolarizzazione dei limiti imposti sulla presenza di insetti nei cibi che si producono o si importano.

Negli Stati Uniti, invece, la situazione è diversa. In questo caso, i limiti sono imposti a tutte le società, ed equivalgono a un massimo di 50 frammenti di insetti ogni 50 grammi di prodotto alimentare. Ma come si individuano parti fisiche degli insetti? Sembra un procedimento impossibile da attuare, eppure esiste il filth test, un procedimento di lavorazione utile per isolare le impurità.

Quanti insetti e frammenti di insetti ingeriamo ogni giorno?

mangiare insetti
Sandwich con insetti (Canva) – Inran.it

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Il tema, proprio di recente, è tornato in voga, dato il via libera ad alcune farine di grillo in tutta Europa. Per combattere la crisi alimentare e contrastare i cambiamenti climatici, le proteine di insetti sono sempre più richieste. Ma, oltre ai prodotti ufficialmente commercializzati e derivati dalla lavorazione degli insetti, ogni giorno ingeriamo alimenti che possono contenere scarti di invertebrati.

LEGGI ANCHE QUESTO ARGOMENTO → Fame notturna: gli alimenti che puoi mangiare per stare in forma e dormire come un angioletto

Ad esempio, da una vita ormai i coloranti rossi presenti nelle bevande derivano dalla lavorazione di insetti. Si tratta di estratto di cocciniglia, popolare parassita delle piante, utilizzato sia nelle bibite di colore rosso che nel colorante usato per rendere lucide le caramelle, oppure per alcuni yogurt alla fragola.

LEGGI ANCHE QUESTO ARGOMENTO → I cibi nemici della tua linea: non si tratta delle merendine | Retroscena sconvolgente

Da qualche anno, però, questi coloranti non sono più prodotti, ma non si sa mai. In molte parti del mondo ancora si utilizzano, e sono contenuti in tanti prodotti importati in Italia e presenti nei nostri supermercati. Le cocciniglie sono raccolte e fatte essiccare, poi vengono macinate e trattate con acqua calda. Il risultato di questo processo è la classica sostanza rossa, il colorante, che altro non è che acido carminico.

LEGGI ANCHE QUESTO ARGOMENTO → Come trovare la motivazione per tenersi in forma e fare sport | Qualche consiglio prezioso

Ma non è tutto, nei nostri cibi finiscono anche insetti casuali, come rivela uno studio dell’Università IULM di Milano. Ad esempio, un bicchiere di aranciata può contenere decine di frammenti di insetto. Ma anche una barretta di cioccolato ne contiene, stessa cosa nelle marmellate o nei succhi di frutta, nelle passate di pomodoro o nelle farine. È praticamente impossibile coltivare e produrre alimenti privi di frammenti di insetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.