Meningite: quali sono i sintomi per individuare subito i segnali della malattia e agire di conseguenza

Come ci si accorge di avere la meningite e quali sono i suoi sintomi? Dove si prende e come inizia la meningite, attenzione a questi fattori.

La scritta Meningite in inglese
La scritta Meningite in inglese (Foto Canva – Inran.it)

I sintomi della meningite possono essere non molto semplici da individuare ad una prima osservazione. Questa malattia purtroppo causa vittime ogni anno. Ed anche in Italia ci sono stati dei casi letali, con persone morte pure in giovane età. Questa malattia sorge a seguito di una infiammazione delle membrane che avvolgono il cervello ed il midollo spinale.

Tali membrane vengono chiamate proprio meningi. Le cause di ciò possono essere sia di tipo infettivo che non. Tra queste ultime troviamo delle complicazioni a seguito dell’assunzione di alcuni farmaci, oppure per via delle conseguenze di una neoplasia. Ed i sintomi della meningite sono diversi.

Le forme infettive sono invece da ricondurre ad un attacco da parte di batteri, virus, miceti o funghi. Proprio quella da virus (quindi virale) è la forma più diffusa di meningite. Ed i sintomi, come detto, sono vari ed in un primo momento non molto semplici da collegare a questa patologia.

Meningite sintomi, quali sono e chi sono i soggetti più a rischio

Una donna colpita da meningite
Una donna colpita da meningite (Foto Canva – Inran.it)

Se dovesse capitare di notare le seguenti conseguenze sul fisico in maniera cronica e reiterata per più di due o tre giorni, faremmo bene ad allertare il nostro medico di base od a ricorrere alle cure immediate con un ricovero in ospedale. Questi sono i sintomi più conosciuti:

  • sonnolenza;
  • cefalea;
  • inappetenza;
  • nausea;
  • vomito;
  • febbre;
  • pallore;
  • fotosensibilità;
  • rigidità della nuca;
  • estensione della gamba.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Cosa sono i “pensieri intrusivi” e cosa fare per evitare che prendano il sopravvento

Nel caso di meningite fulminante avviene anche il manifestarsi di macchie di colore tra il rosso ed il viola, che sorgono per via di emorragie locali dei vasi sanguigni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Come reagire quando tuo figlio neonato soffre di reflusso: qualche trucchetto da conoscere

I soggetti più a rischio sono i bambini di età inferiore ai 5 anni, generalmente, oltre che le persone anziane. Ma particolarmente esposti sono anche gli individui con il sistema immunitario già messo sotto sforzo da precedenti patologie.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO CONTENUTO: Ascesso ai denti: di cosa si tratta, quali sono i sintomi e cosa fare per guarire presto

Una cosa che d’altronde avviene anche nel caso di altre malattie. Specialmente se individuata in tempo, la meningite si può curare e superare. E questa cosa può avvenire mediante la applicazione di appositi antibiotici.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Questa però non è la soluzione quando la fonte di origine è da collegare all’azione nefasta di un virus, anche se per fortuna questo tipo di meningite, oltre ad essere la più diffusa è anche quella che di solito passa dopo un periodo di una settimana, in media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.