È durante il sonno che la pelle si rigenera meglio: come sfruttare questo momento della giornata

Durante il sonno la pelle si rigenera? Secondo gli esperti sembrerebbe che durante la notte, la pelle subisca dei cambiamenti notevoli.

Sonno (Canva) Inran.it

Affinché un adulto possa funzionare pienamente durante la giornata, ha bisogno di 7-9 ore di sonno ogni notte. Naturalmente, la quantità di sonno di cui abbiamo bisogno varia da persona a persona e la quantità di sonno di cui avete bisogno per tirare avanti è molto diversa dalla quantità di sonno di cui avete effettivamente bisogno per essere in grado di funzionare al massimo delle vostre potenzialità.

Poiché conduciamo una vita così frenetica e piena di impegni, 5-6 ore di sonno possono sembrare una buona idea per alcune persone, ma in realtà dormire solo questa quantità può portare a una privazione cronica del sonno, anche senza rendersene conto. Gli adolescenti tendono ad avere bisogno di dormire ancora di più, circa 8-10 ore, mentre i neonati e i bambini ne hanno ancora di più.

Cosa succede alla nostra pelle quando dormiamo

Letto (Canva) Inran.it

Quando ci addormentiamo nel sonno di bellezza, il nostro corpo inizia ad attivare i vari programmi di rigenerazione e riparazione che sono fondamentali per mantenere la pelle sana e giovane. Durante il riposo aumenta il ricambio delle cellule cutanee, che vengono sostituite da quelle nuove e morte, contrastando i danni causati dai radicali liberi nel corso della giornata, in modo da potersi svegliare freschi.

L’aspetto forse più importante è che di notte il nostro corpo registra un picco di mitosi cellulare (divisione cellulare), il processo che rinnova e ripara la pelle. Secondo la scienza, il momento di massima riparazione della pelle è tra le 21.00 e le 24.00, perché la nostra pelle segue un ciclo di 24 ore. È quindi fondamentale approfittare di questo periodo per massimizzare i benefici del sonno di bellezza.

La nostra pelle potrebbe perdere idratazione

Proprio come la mitosi cellulare ha un momento di picco, anche l’escrezione di sebo ha un momento di picco, intorno a mezzogiorno. Il sebo costituisce uno strato protettivo naturale sulla nostra pelle che ci aiuta a trattenere l’umidità durante la giornata. Poiché di notte viene secreto meno sebo, la nostra pelle è più soggetta a perdere umidità. Per svegliarsi riposati dopo il sonno di bellezza, è importante reintegrare questa perdita di idratazione applicando una crema idratante notturna. A rendere la pelle più secca durante la notte contribuisce anche il fatto che la nostra pelle diventa leggermente più calda e più acida durante il sonno: per questo motivo le creme da notte sono generalmente più dense di quelle da giorno, in modo da potersi svegliare rinfrescati.

La pelle è alleggerita dallo stress

Quando si dorme non si affrontano le sfide quotidiane che possono causare stress. I livelli di cortisolo, alias l’ormone dello stress, fluttuano naturalmente nell’arco delle 24 ore: alti di giorno per mantenerci vigili e bassi di notte per permetterci di riposare e recuperare. La produzione di cortisolo può essere stimolata dallo stress, che viene provocato quando si è svegli. Livelli costantemente elevati di cortisolo possono portare a gravi problemi di salute, quindi dormire a sufficienza è importante per mantenere i livelli equilibrati. Imparare a ridurre efficacemente lo stress può aiutare a diminuire i livelli di cortisolo, favorendo così un sonno di bellezza più intenso per svegliarsi riposati.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI: Scopri subito come posizionare al meglio le piante in casa: ho qui per te qualche trucco da non perdere

La pelle ha una pausa dagli stress ambientali e dai radicali liberi

Durante la giornata la nostra pelle è esposta a molti fattori che possono danneggiarla e favorire l’insorgere di un invecchiamento precoce. Tra questi vi sono: raggi UVA/UVB del sole, fumo di sigaretta, inquinamento, sbalzi di temperatura e condizioni atmosferiche. Mentre siete al riparo e vi godete il vostro sonno di bellezza, non siete esposti agli elementi dannosi e potete quindi concentrare la vostra attenzione sul nutrimento e sulla rigenerazione della pelle piuttosto che sulla sua protezione.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI: Scopri tutte le piante che fioriscono a febbraio e che sono di una bellezza che toglie il fiato: non vorrai mica perdertele?!

La pelle è più ricettiva a certi prodotti

Vi siete mai chieste perché c’è differenza tra una crema da giorno e una da notte? Semplicemente perché la pelle ha esigenze diverse e risponde in modo diverso ai prodotti durante il ciclo di 24 ore. Durante il sonno di bellezza la pelle è in modalità di riparazione e rigenerazione, quindi risponde meglio ai prodotti anti-età studiati per rassodare la pelle e combattere i segni dell’invecchiamento, come le occhiaie.

Aumenta il flusso sanguigno verso la pelle

Durante la notte, mentre vi godete il vostro sonno di bellezza, il corpo aumenta il flusso sanguigno verso la pelle, fornendo l’energia e le sostanze nutritive necessarie, il che significa che potete svegliarvi con un colorito sano e luminoso. La privazione del sonno può causare una diminuzione del flusso sanguigno alla pelle e quindi la carnagione inizia ad apparire spenta e senza vita.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Il nostro corpo rilascia una maggiore quantità di melatonina, l’ormone del sonno, durante la notte. La melatonina non solo garantisce un sonno sano: il suo effetto antiossidante elimina i danni alla pelle e influisce positivamente sul processo di invecchiamento delle cellule. La luce intensa può inibire il rilascio di melatonina, che viene rilasciata quando siamo al buio e indica al nostro corpo che è ora di rilassarsi e andare a dormire. Se i livelli di melatonina sono bassi, si fa fatica ad addormentarsi. La melatonina può essere assunta come integratore alimentare per aiutare le persone a prendere sonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.