Come ho capito di avere dei nei da tenere sotto controllo: i segnali da valutare

Controllare i nei del corpo con una certa regolarità è una buona forma di prevenzione: i segnali da valutare per capire se sono pericolosi.

Mappatura dei nei del corpo
Come ho capito di avere dei nei da tenere sotto controllo: i segnali da valutare (Inran.it)

La mappatura dei nei del proprio corpo inizia da una attenta autovalutazione. Specchiarsi e controllare l’intero corpo, alla ricerca di nei particolari, è la prima forma di prevenzione per capire se ci sono nei pericolosi. Osservare è importante, basta guardarsi ogni tanto per capire se qualcosa cambia sulla pelle. Ovviamente, non è semplicissimo monitorare tutti i nei, specie quelli localizzati in parti scomode.

E non è facile nemmeno capire se un neo sta sensibilmente cambiando col tempo. A tal proposito, i medici hanno messo a punto una strategia semplicissima per guidare le persone ad autocontrollarsi. La strategia si basa sulle lettere dell’alfabeto, un metodo facile da ricordare e che dovremmo tutti quanti prendere in considerazione.

Mappatura dei nei: il metodo facile da ricordare per capire eventuali segnali di cambiamento

Controllo dei nei sulla schiena
Controllo dei nei sulla schiena (Inran.it)

La lettera A sta per Asimmetria. Quando controlliamo i nei sul corpo, dobbiamo prima di tutto guardare l’eventuale asimmetria. Un neo, diviso a metà, deve avere le due parti uguali. Se, invece, una parte è diversa dall’altra, si parla di asimmetria, e quel punto occorre contattare un dermatologo e prendere appuntamento per una visita precauzionale.

La lettera B sta per Bordi. I nei possono assumere forme diverse, l’importante è che ogni neo abbia dei bordi regolari. Un perimetro non regolare, magari frastagliato, sfumato o che tende ad allungarsi, richiede un controllo più approfondito. E poi abbiamo la C, come Colore. Anche il colore è importantissimo, se un neo diventa più chiaro o più scuro, occorre segnalarlo. Nei pelosi: cosa sono e come eliminare i peli senza danneggiare la pelle.

Mutamenti dei nei del corpo: cosa osservare con il metodo dell’alfabeto

I nei non dovrebbero mai cambiare colore, inoltre, in estate, quando si prende il sole, è importante applicare la crema solare anche sulle macchioline della pelle. D sta per Dimensioni, un aspetto importantissimo e facilmente controllabile. Ci sono nei di varie dimensioni, tuttavia, queste non devono mai cambiare. Eventuali modifiche devono essere segnalate.

In generale, nei sospetti sono quelli superiori a 5 o 6 millimetri. E come Evoluzione, dunque ogni minimo cambiamento nel neo dovrebbe destare sospetto. Forma, colore, dimensione, sono tutte caratteristiche da monitorare. Inoltre, è importante osservare se un neo perde sangue o se prude. Seguendo queste regole, è più semplice orientarsi e prevenire alcune malattie.

Le tempistiche fanno sempre la differenza, agire in tempo è fondamentale per prevenire l’insorgere di malattie anche gravi. Naturalmente, quando si va al mare o ci si espone al sole, occorre fare attenzione, proteggendosi con una buona crema solare. I raggi del sole sono pericolosissimi, anche se tante persone, pur di prendere la tintarella, tendono a sottovalutarli. Grazie al metodo dell’alfabeto si fa una buona prevenzione.

Impostazioni privacy