Albicocca

I benefici per la salute che possono essere indotti dalle albicocche, comprendono una lunga serie di vantaggi, come la loro capacità di trattare indigestione, stitichezza, mal d’orecchi, febbre, malattie della pelle, tumori e anemia.

Le albicocche aiutano anche a migliorare la salute del cuore e curano i muscoli tesi e le ferite. Sono anche benefiche per la cura della pelle (motivo per cui sono spesso aggiunte a vari cosmetici). Inoltre, le albicocche hanno la capacità di ridurre i livelli di colesterolo, prevenire il deterioramento della vista, aiutare nella perdita di peso, trattare le condizioni respiratorie, aumentare la forza ossea e mantenere l’equilibrio elettrolitico nel corpo. Insomma, quanto basta per cercare di saperne di più!

Cos’è l’albicocca

Le albicocche sono piccoli frutti di colore arancione dorato, che appartengono alla famiglia degli alberi da frutto delle Rosacee. Un frutto di albicocca comprende un singolo seme situato in posizione centrale circondato da polpa commestibile aromatica croccante.

Mango: caratteristiche nutrizionali e benefici di questo frutto polposo

Le albicocche hanno una pelle vellutata e non tutti sanno che anche il seme è commestibile, simile a quello delle mandorle nel gusto e nell’aspetto. È tuttavia racchiuso in un duro guscio chiamato spesso “pietra”.

Valori nutrizionali dell’albicocca

I benefici per la salute sono dovuti al contenuto significativo di vitamine, tra cui vitamine A, C, K, E e niacina. È anche una ricca fonte di numerose altre vitamine essenziali in tracce. Anche le albicocche hanno poi un buon contenuto di minerali: i minerali qui trovati sono costituiti da potassio, manganese di rame, magnesio e fosforo. Sono anche un’ottima fonte di fibre alimentari, come la maggior parte dei frutti.

Informazioni nutrizionali per 100 grammi:

  • 48 calorie
  • 0,4 g grassi
  • 1 mg sodio
  • 259 mg potassio
  • 11 g carboidrati totali
  • 1,4 g proteine
  • 38% vitamina A
  • 16% vitamina C
  • 2% ferro
  • 5% vitamina B-6
  • 2% magnesio

Proprietà anti-cancro

Le albicocche sono ricche di antiossidanti. I carotenoidi e gli antiossidanti proteggono i nostri corpi dai pericolosi radicali liberi e prevengono il danneggiamento delle cellule. Le albicocche sono anche ricche di vitamine A e C, anch’essi potenti antiossidanti che combattono le malattie e potenziano il sistema immunitario. Inoltre, i semi di albicocca contengono un composto chiamato B17 che può aiutare a contrastare il cancro e frenarne l’abilità mutativa.

Rimedio per costipazione

Le albicocche sono ricche di fibre e, dunque, sono ideali per facilitare movimenti intestinali regolari e adeguati. Le fibre stimolano i succhi gastrici e digestivi, che aiutano l’assorbimento dei nutrienti e la disgregazione del cibo per una più facile lavorazione.

Ancora, le fibre attivano anche il movimento peristaltico del tratto digestivo. Le albicocche contengono elevate quantità di pectina e cellulosa che agiscono come un leggero lassativo, aiutando così nel trattamento della stitichezza.

La salute del cuore

Valori nutrizionali dell'albicocca

Un’elevata quantità di vitamina C, nonché di potassio e di fibra alimentare contenuta nell’albicocca, contribuisce a una buona salute cardiovascolare. Le albicocche riducono il rischio di malattie cardiovascolari come l’aterosclerosi, gli infarti e gli ictus in quanto sono ricchi di antiossidanti come la vitamina C e il licopene. Riduce inoltre il colesterolo cattivo (LDL), minimizzando così il rischio di infarto e migliorando la salute del cuore. La fibra alimentare raschia il colesterolo in eccesso dal rivestimento dei vasi e delle arterie, eliminandoli e riducendo lo sforzo sul cuore.

Trattamento dell’anemia

L’abbondanza di ferro e rame nelle albicocche aiuta nella formazione dell’emoglobina e quindi aiuta a curare l’anemia. L’anemia non è altro che carenza di ferro nel corpo, e può portare a debolezza, stanchezza, vertigini, problemi digestivi e disfunzione metabolica generale: entrambi i minerali presenti nelle albicocche lo rendono un ottimo strumento per aumentare il metabolismo e mantenere il corretto funzionamento del corpo.

Allevia l’asma

L’albicocca ha determinate qualità espettoranti e stimolanti grazie ai suoi oli essenziali. Può aiutare ad alleviare la pressione e lo stress sui polmoni e sul sistema respiratorio, prevenendo così attacchi d’asma, tubercolosi e bronchiti.

Benefico per gli occhi

Consumare le albicocche sono molto utili per la nostra salute oftalmica. Le albicocche sono ricche di vitamina A. Consumare l’albicocca aiuta a rafforzare i nervi ottici nei nostri occhi e previene anche la degenerazione maculare. Abbassa anche il rischio di una grave malattia correlata all’occhio chiamata ARM neovascolare – una degenerazione maculare legata all’età che causa la perdita della vista nel corso degli anni. La vitamina A con carotene e luteina è altrettanto utile per le persone con retinite pigmentosa.

Salute delle ossa

Le albicocche contengono quantità significative di tutti i minerali necessari per la crescita delle ossa come calcio, fosforo, manganese, ferro e rame. La mancanza di calcio porta a un disturbo delle ossa chiamato osteoporosi con bassa densità ossea e forza. L’assorbimento, la distribuzione e l’escrezione del calcio nel nostro corpo sono controllati dal potassio. Quindi, mangiare le albicocche aiuta a mantenere la salute delle ossa e previene i problemi ossei.

Mantiene l’equilibrio elettrolitico

Le albicocche contengono minerali come il potassio e il sodio, essenziali per mantenere l’equilibrio dei livelli di elettroliti nel nostro corpo. L’equilibrio elettrolitico è importante per il trasporto di ioni a tutte le cellule del corpo. Mantiene anche il livello del fluido che è importante per la contrazione muscolare. Così, albicocca con il suo abbondante contenuto di potassio e sodio, aiuta a mantenere il livello di elettroliti e il corretto funzionamento del corpo.

Salute della pelle

Le albicocche sono ottime fonti di vitamine del gruppo B, vitamina A, vitamina C e licopene, rendendo così questi frutti benefici per la salute della nostra pelle. Le sostanze sono rapidamente assorbite dalla pelle e se spalmate non mantengono untuosa la cute dopo l’applicazione. Ma non solo servono a mantenere l’aspetto liscio e lucido della pelle: le albicocche aiutano anche a trattare una serie di malattie della pelle tra cui eczema, prurito, scabbia e una serie di altre condizioni irritanti. La sua proprietà antiossidante aiuta a prevenire i segni dell’invecchiamento precoce.

Cura della febbre

Il succo di albicocca viene spesso prescritto a pazienti che soffrono di febbre. Fornisce infatti le necessarie vitamine, minerali, calorie e acqua al corpo, mentre disintossica anche vari organi. Le albicocche cucinate vengono anche utilizzate per alleviare le febbri. Le sue sostanze lenitive e antinfiammatorie possono anche influire sul livello di temperatura generale del corpo in caso di malattia. Le sostanze naturali presenti in albicocca e il suo olio contribuiscono a una spinta complessiva del sistema immunitario.

Come usare le albicocche

Come usare le albicocche

Le albicocche possono essere usate in tanti modi per poter migliorare il metabolismo del corpo. È ad esempio un ottimo ritrovato nel trattamento del mal d’orecchi e possono essere assunte anche in gravidanza. Il consumo di albicocche aiuta a rimuovere le imperfezioni e agisce come idratante per la pelle. I benefici dei capelli date dall’albicocca includono il trattamento dei problemi del cuoio capelluto e favoriscono la crescita dei capelli.

Effetti collaterali dell’albicocca

Non ci sono particolari pericoli inerenti al consumo di albicocche, tranne che per le normali allergie che alcune persone potrebbero avere nei confronti delle sostanze contenute in questo frutto. Inoltre, le persone che sanno di avere sensibilità allo zolfo dovrebbero essere più caute quando consumano le albicocche. I solfiti sono infatti stati trovati nella maggior parte delle forme essiccate di albicocche, e potrebbero dunque avere un serio impatto sull’asma e indurre attacchi asmatici. L’albicocca acerba può altresì causare disturbi allo stomaco.

Coltivazione dell’albicocca

L’origine esatta delle albicocche non è nota. Tuttavia, dal suo nome scientifico Prunus armeniaca, si presume che la sua origine fosse in Armenia, fin dall’antichità. Sebbene l’albicocca sia originaria di una regione climatica continentale con inverni freddi, può anche essere coltivata nel clima mediterraneo, a condizione che il clima invernale sia abbastanza rigido da garantire una giusta dormienza.

Un clima secco è inoltre consigliato per la maturazione dei frutti. L’albero, leggermente più resistente al freddo rispetto alla pesca, può tollerare temperature invernali fino a -30 ° C. E’ comunque piuttosto sensibile alle variazioni di temperatura durante la stagione invernale.