Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Chiodi di garofano: le proprietà e gli utilizzi della spezia di Natale

I chiodi di garofano sono un must dell’inverno e del Natale, hanno note intense che danno gusto e delle proprietà benefiche che non tutti conoscono.

Che cosa sono

I chiodi di garofano sono la parte più centrale essiccata dei boccioli di una pianta scientificamente definita Eugenia Caryphyllata. Anche se il nome fa riferimento al garofano, questi non hanno nulla a che vedere con questo fiore, il riferimento è determinato solamente dal suo aspetto che lo ricorda. I chiodi di garofano sono una spezia molto diffusa nel passato e nel presente in Oriente ed è stata esportata in Occidente già nel Settecento. La pianta da cui sono ricavati è un albero sempreverde appartenente alla categoria floristica delle Myrtaceae. La componente principale di questa gustosa spezia è l’eugenolo, un propenilfenolo. È proprio questa sostanza che dà quel profumo e quel gusto intenso, costituisce infatti l’80% dell’olio essenziale ai chiodi di garofano e per questa vengono usati moltissimo in cucina e in profumeria.
Questa spezia ha proprietà digestive, tonificanti, antisettiche ed è una valida alleata per combattere il mal di testa, il mal di denti e la spossatezza. E tutto questo con 274 calorie per 100 grammi di prodotto. Solitamente di questa spezia si usa l’essenza oppure la polvere tratta dalla macinazione, l’utilizzo dei chiodi di garofano interi non è molto semplice perché non si prestano molto ad essere mangiati.

 

Proprietà benefiche dei chiodi di garofano

Oltre ad avere una fragranza gradevole e singolare, i chiodi di garofano hanno anche delle proprietà benefiche non indifferenti: per farsi del bene con gusto. L’eugenolo, presente, come detto, in percentuale altissima in questa spezia, ha capacità antisettiche e anestetiche locali, per questo sin da tempi passati era utilizzato nella medicina per alleviare per esempio il mal di denti. Per questa sua proprietà questa fragranza è ancora oggi presente fra gli ingredienti di molti disinfettanti per il cavo orale.
Nei chiodi di garofano è inoltre presente in percentuale non trascurabile i beta cariofillene, una sostanza naturale dalle capacità antinfiammatorie. I chiodi di garofano stimolano inoltre la circolazione del sangue, aiutando a combattere la spossatezza, l’emicrania e favorisce la memoria. Inoltre sembra che abbiano ottime proprietà digestive e tonificanti. Alcune teorie attribuiscono a questa spezia piccante proprietà afrodisiache: nel XVI secolo definirono i chiodi di garofano “forze di Venere”.
Oltre a quanto detto questa spezia è anche uno straordinario antiossidante naturale: contrasta l’azione dei radicali liberi favorendo così il mantenimento di un organismo giovane e vigoroso.

 

Come si usano

I chiodi di garofano sono una spezia gustosa dalle proprietà benefiche, proprio per questo ha davvero molti ambiti di utilizzo.
Cura del corpo e dell’organismo
L’essenza di chiodi di garofano aiuta nella cura delle patologie delle vie respiratorie, favorisce un azione antivirale e antiinfiammatoria. Diluita in acqua come analgesico lenisce, senza irritare le mucose, le infezioni del cavo orale e previene le carie. Utilizzata puro su un cotoncino anestetizza localmente la zona. L’olio di chiodi di garofano può essere usato per massaggiare l’addome e muscoli doloranti con stati spasmici: ha un effetto riscaldante e lenitivo antidolorifico. Il suo profumo intenso favorisce la concentrazione e le attività cerebrali.

Uso in cucina

Uso in cucina

In cucina questa spezia viene utilizzata sia per la preparazione di dolci, sia per ricette salate. Nei dolci invernali in particolare danno un sapore molto grintoso per esempio a panpepati, biscotti, creme, frutta cotta, liquori e vini speziati come il vin brulé. I chiodi di garofano sono anche un ingrediente strategico per la preparazione di carni e di zuppe, stufati e sughi a base di carne. Il loro gusto intenso si presta anche alla cottura della selvaggina per coprire odori e sapori troppo forti. L’utilizzo in formaggi stagionati invece dona un gusto ancora più intenso e travolgente. In accompagnamento a verdure delicate e dolci come per esempio le cipolle o le carote, o verdure sottaceto regalano un’essenza unica. Aggiungi un chiodo di garofano alla tua tisana, acquisterà profumo, gusto e benefici.

Altri utilizzi

La fragranza così piccante e intensa di questa spezia è adoperata anche nel mondo della cosmesi. Il profumo pungente, leggermente fruttato e coinvolgente ha fatto sì che i chiodi di garofano siano molto usati per la preparazione di profumi e per dare a prodotti per il viso e per il corpo una fragranza piacevole.
L’intensità aromatica di questa spezia l’ha resa un ingrediente sempre più diffuso per la preparazione di profumazioni di diverso tipo, una fra queste, le sigarette aromatiche di origine asiatica. Sin dai tempi delle nostre nonne inoltre, sacchettini riempiti con qualche chiodo di garofano venivano messi qua e là nell’armadio per dare profumo e tenere lontane le tarme. Il suo odore importante serve anche ad allontanare le tarme alimentari, quindi tenerne qualcuno nella dispensa vi aiuterà a combatterle.