Questo sito contribuisce alla audience di logo ilmessaggero

Come avere dei bellissimi denti bianchi

Ognuno di noi ha il suo colore sin dallo sviluppo, proprio come avviene per la colorazione della pelle e dei capelli.

Lo smalto che riveste i denti è lucido, ma molto spesso si possono notare in trasparenza delle tonalità giallognole oppure grigiastre che formano la dentina.

Questo smalto, anche essendo molto resistente, è di consistenza porosa ed è molto facile che proprio in queste porosità si possono annidare determinate particelle capaci di modificare il colore dei nostri denti.

Anche determinati cibi possono alterare la colorazione dentaria, oppure il consumo di sigarette, di caffè, di tè, di coloranti alimentari presenti in gran parte degli alimenti e in determinate bibite.

Quando una persona ha una scarsa igiene orale, questa favorisce il depositarsi della placca che a sua volta genera il tartaro.

I questo caso specifico, la dentatura appare di colore tendente al giallo, causato dall’effetto della placca che non riflette la luce, spegnendo pian piano la lucentezza del sorriso, e cambiando in questa maniera l’intera dentatura.

Tutti i pigmenti delle bevande, dei cibi e del fumo, aderiscono alla placca e al tartaro, conferendo un colore diverso da quello naturale, con i denti che appariranno gialli, opachi e privi di lucentezza.

Pulizia dei denti

Pulizia dei denti

Per avere dei denti bianchi, quando ormai la placca ha preso il sopravvento e non è più sufficiente una semplice igiene orale giornaliera, bisogna rivolgersi al dentista di fiducia, perché la consistenza dura di questo materiale è difficile da rimuovere attraverso un semplice spazzolino da denti.
Il dentista, tramite la specifica strumentazione, è in grado di rimuoverla completamente e questa operazione, una volta terminata, migliorerà l’aspetto del vostro sorriso ed anche della salute prevenendo gengivite e malattie paradontali molto fastidiose.

Una volta asportata tutta la placca, è possibile eseguire un trattamento cosmetico professionale tramite prodotti sbiancanti, anche se ogni dentista ha il suo metodo, con un principio attivo che riduce il rischio di sensibilizzazione ed eventuali irritazioni gengivali.

Una volta applicata la sostanza che sbianca i denti, questa viene esposta ad una luce speciale derivante da una lampada, in maniera tale da attivare delle particolari reazioni chimiche che una volta terminato il trattamento, avranno sbiancato i denti.

I risultati di questo trattamento estetico variano da persona a persona, perché, come abbiamo citato inizialmente, ognuno individuo possiede dei pigmenti che sono presenti nei denti sin dallo sviluppo.

Una seduta per lo sbiancamento dei denti ha una durata di circa 60 minuti ed il costo può variare dai 300 euro fino ai 600.

Il paziente, lo stesso giorno del trattamento e fino a qualche giorno dopo, potrebbe percepire una leggera sensibilità, che scomparire nell’arco di poche giornate.

Rimedi naturali

pulizia dei denti con molta cautela

Molto spesso alcune persone provano una certa insoddisfazione riguardante il proprio sorriso, ed il bianco dei loro denti, senza essere a conoscenza che questa è solo una sensazione. In realtà i loro denti sono perfettamente chiari e lucidi, ma si si vuole migliorare ancora di più l’aspetto del proprio sorriso, ora citeremo dei rimedi naturali semplici da eseguire in casa, ma senza eccedere, per avere denti bianchi applicandoli una o due volte la settimana.

Il primo trattamento è con il bicarbonato: bagnate con qualche goccia di acqua le setole dello spazzolino e dopo appoggiate le punte nel bicarbonato; proseguite strofinando accuratamente ed una volta terminato questo passaggio risciacquate con abbondante acqua corrente.

Utilizzate il bicarbonato per la pulizia dei denti con molta cautela, perché ha un effetto abrasivo che potrebbe danneggiare lo smalto dei vostri denti. Vi consigliamo di eseguire questa pulizia solo una volta al mese.

Il secondo trattamento consiste nell’impiego delle fragole non mature: tagliate a metà una fragola e posatela sopra i vostri denti facendo pressione nelle parti dove le macchie sono più difficili da eliminare. Tramite l’acidità del frutto, si indeboliranno tutti i pigmenti scuri causati dal consumo di bevande con coloranti che tendono a conferire allo smalto dei nostri denti una colorazione giallognola. Da effettuare non più di due volte in un mese.

Anche utilizzare l’aceto di mele per fare dei semplici risciacqui, trattenendolo in bocca qualche minuto, aiuterà a sbiancare i denti e ad eliminare le ombre scure conferite da tè, caffè e tabagismo.

Per aiutare la pulizia, ed avere sempre dei denti bianchi, è comunque consigliabile evitare tutte quelle abitudini, come tabacco, caffè ed altri alimenti, che ne ingialliscono l’aspetto.