Shampoo solido per capelli: la novità dell’anno

È la novità dell’anno perché è ecologico, compatto e duraturo, a partire dal suo packaging. Stiamo parlando dello shampoo solido, che è possibile trovare anche al supermercato.

sapone solido per capelli
(Foto: Pexels)

Negli ultimi anni, il segmento del beauty ha fatto passi da gigante, lanciando sul mercato una serie di novità, pensate anche per l’ecosistema. Lo shampoo solido si ottiene per compattazione e ha lo stesso pH della pelle, cioè acido. Per questo che non è aggressivo. Presenta, inoltre, un alto potere lavante, grazie ai suoi composti naturali; che, oltre ad essere ecologici, vegani e cruelty-free, sono ideali per tutti i tipi di capelli. È anche pratico da usare ed economico. Il sapone acido per capelli è, infatti, anche particolarmente duraturo: con una barretta da 250 gr. si ottengono ben 80 lavaggi!

Cos’è e com’è fatto lo shampoo solido

insaponare
(Foto: Pexels)

Ha la forma di una saponetta ma è pensato appositamente per i capelli. Il sapone per le mani, infatti, sia esso solido o liquido, è a pH basico, mentre il sapone solido per i capelli è acido, esattamente come il cuoio capelluto.

Si tratta di una novità non proprio nuova, poiché già nel Medioevo, il più conosciuto era il sapone di Marsiglia; mentre a Est, c’era quello di Aleppo, già noto ai Babilonesi e ancora oggi acquistabile nelle profumerie bio.

Potrebbe interessarti anche: Cosmetica con gli oli naturali: cura della pelle e dei capelli green

I benefici dello shampoo solido per i capelli

capelli
(Foto: Pexels)

I benefici dello shampoo solido sono molteplici ed è per questo che sta spopolando. Innanzitutto l’INCI, ovvero la lista dei componenti, che si mantiene più sostenibile poiché non subisce il processo di saponificazione, con cui si producono le saponette tradizionali. Poiché non necessita di composti animali, come il sego, è anche ipoallergenico.

Una barretta di sapone per capelli è infatti composta da ingredienti come i tensioattivi solidi dell’olio di cocco e derivati dello zolfo, più oli essenziali che contribuiscono a lavare e disinfiammare la cute, come, ad esempio, l’olio di semi di lino.

Potrebbe interessarti anche: Perché dopo la doccia si ha prurito alla pelle? Cause frequenti e rimedi

Shampoo solido: come usarlo e conservarlo

saponetta
(Foto: Pexels)

Il potere detergente dello shampoo solido è lo stesso di quelli tradizionali in bottiglia; ciò che manca sono solo i conservanti (come i parabeni), i siliconi e gli agenti schiumogeni. Per utilizzarlo, basta inumidirsi ed insaponarsi le mani, massaggiare i capelli e poi risciacquarli, più volte, se necessario.

Infine, lasciate asciugare la barra di sapone acido all’aria e riponetela nella sua confezione originale, generalmente in cartone o legno, oppure in un vasetto di vetro.

Per ricevere dritte e aggiornamenti su lifestyle e benessere, seguici su Instagram e Pinterest.

La Ica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *