Profumare casa in modo naturale: che cos’è lo smudge stick

Nasce tra i Nativi Americani ma viene usato anche in India. Oggi lo smudge stick è un mazzetto di erbe aromatiche per profumare la casa in modo naturale.

incenso sciamanico
(Foto: Pexels)

Era un antico rito sciamanico, ma tra i Nativi Americani ancora vige l’abitudine di proteggere la casa dagli spiriti maligni e più in generale, dall’energia negativa, con un mazzetto di salvia bianca. Si chiama smudging, dal nome del mazzetto, composto da bastoncini detti smudge stick, e può essere realizzato anche a casa propria. Ad esempio, utilizzando altre piante, come lavanda, cedro e rosmarino che hanno in più, il valore aggiunto di aiutare a profumare casa in modo naturale. I mazzetti esistono già fatti in commercio, ma è anche possibile raccoglierli e lasciarli essiccare prima di bruciarli.

Cos’è lo smudge stick

ginepro
(Foto: Pexels)

Viene chiamato anche incenso sciamanico o smudge messicano, dal momento che la salvia bianca si trova proprio negli Stati Uniti sudoccidentali e nel Messico nordoccidentale. È un mazzetto di erbe aromatiche (tipicamente foglie e rami di salvia bianca e palosanto) fissato con fili di cotone.

Potrebbe interessarti anche: Aromaterapia: come una casa profumata può creare benessere

Viene lasciato a essiccare per poi essere bruciato. Il rituale prevede di utilizzarlo presso gli angoli della casa, dove si annidano maggiormente gli spiriti maligni. Altrettanto utilizzata è l’Erba Santa (Eriodictyon californicum), o Yerba Santa, che serve a purificare i luoghi di culto.

In Asia, si preferisce usare la cassia, una pianta che cresce spontanea in Laos, Cina, Giappone, Vietnam e Indonesia; è detta anche cannella cinese. Altrettanto conosciuto è il cedro, che ha, in più, un odore fresco e pungente.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by sᴀᴍɪɴ ɢᴀʟᴇʜᴅᴀʀɪ (@samin_galehdari)

Negli Stati Uniti e in Canada, per purificare i luoghi santi viene usato anche il sweetgrass, ovvero la Hierochloe odorata. Si caratterizza per un dolce profumo di vaniglia e per gli indigeni ha il potere di benedire la Madre Terra.

Ti potrebbe interessare anche: Disinfettare casa con prodotti naturali: idee per fare ecopulizia

Come profumare casa in modo naturale

profumare casa in modo naturale
(Foto: Pexels)

In Europa, è la lavanda a crescere spontanea. È in grado di purificare l’aria e favorire concentrazione e rilassamento. Assieme a rosmarino e ginepro, che vantano ulteriori, diverse proprietà.

Sono, infatti, due antinfiammatori e antibiotici naturali. Il primo ha, inoltre, un profumo più delicato ,che stimola la fame e facilita la digestione, il secondo è più legnoso ed intenso.

Altrettanto facile da coltivare è la rosa, che può essere utile a profumare la casa in maniera naturale. La salvia nera concilia il sonno, mentre il patchouli allontana paure ed insicurezze, e può fungere da afrodisiaco.

Qui, si trova facilmente in natura anche l’artemisia. La medicina ayurvedica la conosce per le sue svariate virtù medicamentose, soprattutto antidiabetiche, anticarminative e antisettiche, poiché le sue foglie contengono eucaliptolo, flavonoidi e curmarina.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by A Ervaria (@a_ervaria)

Preferite l’iperico per il suo potere anti-stress, mentre l’eucalipto è ideale come purificante ed antibatterico, dato che sembra faciliti la guarigione durante i periodi di convalescenza.

Per ricevere dritte e aggiornamenti su lifestyle e benessere, seguici su Instagram e Pinterest.

La Ica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *