Allarme Listeria: ritirato un lotto di porchetta di Ariccia, tutti i dettagli

Il Ministero della Salute ha ritirato un lotto di porchetta di Ariccia perché contaminato da Listeria. Ecco cosa fare se ne avete acquistato una confezione.

Listeria porchetta
(Foto Pexels)

Il Ministero della Salute ha ritirato in via precauzionale un lotto di porchetta di Ariccia IGP contaminata da Listeria. Si raccomanda di non consumare il prodotto contaminato e ritirato immediatamente da tutti gli scaffali dei supermercati. Si invita inoltre a riportare l’alimento al supermercato di riferimento per un eventuale rimborso. Tutti i dettagli.

Porchetta di Ariccia contaminata da Listeria: ritirata da tutti i supermercati

Gli organi preposti hanno individuato la presenza di Listeria all’interno di un lotto di porchetta di Ariccia IGP prodotta dalla FA. LU. CIOLI Srl. Si vende in confezioni in sottovuoto da 180 grammi ciascuna e il numero di lotto è 270721, con data di scadenza 25/10/2021. In via precauzionale, il Ministero della Salute raccomanda di non consumare il prodotto contaminato qualora fosse stato acquistato e di riportarlo indietro al punto vendita di riferimento. La Listeria è un batterio che colpisce uomini e animali e può dare sintomi di malessere gastrointestinale. E’ resistente anche alle temperature più basse e si trasmette facilmente di specie in specie. Tutti i dettagli sul prodotto contaminato.

Porchetta contaminata
(Foto Pexels)

Potrebbe interessarti anche: Ritiro alimentare: presenza di Listeria in un noto prodotto di macelleria

Listeria e Listeriosi: il batterio della porchetta di Ariccia, come prevenirne l’infezione

La Listeria è una famiglia di dieci batteri di cui solo la Listeria monocytogenes può essere trasmessa all’uomo sotto forma di Listeriosi. Si trova nel terreno, nelle piante, nell’acqua, ma anche in bovini e ovini che lo trasportano al loro interno. Infatti proprio dal consumo di carne di questi animali la Listeria può trasmettersi all’uomo provocando sintomi gastroenterici. Come prevenire l’infezione da Listeriosi? Una cottura a 65° uccide tutti i batteri che tuttavia possono resistere anche a basse temperature e agli ambienti salati.

Potrebbe interessarti anche: Allarme Listeria: coppa di testa contaminata, non consumare

Si trova in pesce o carne affumicate, formaggi, ortaggi crudi. L’unico modo per evitare il diffondersi del batterio è un controllo delle prassi igieniche e delle temperature lungo tutta la catena di produzione dell’alimento. Infatti anche a casa si raccomanda di non tenere la temperatura del frigorifero troppo bassa per evitare la trasmissione batterica, come la Listeriosi.

Per ulteriori informazioni consultare il sito ufficiale del Ministero della Salute.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *