Cacao in polvere: la classifica dal migliore al peggiore

Cacao in polvere: cosa c’è all’interno di questo prodotto? La classifica dal migliore marchio al peggiore.

cacao in polvere migliore
(Foto Pexels)

Molti bambini amano fare colazione sciogliendo del cacao in polvere in bevande calde, come il latte. Ma cosa c’è davvero all’interno di questo prodotto? A questo proposito, un test francese ha analizzato alcuni campioni di cacao in polvere rilevando come in alcuni di essi fossero presenti molti zuccheri e pochissime fibre. Vediamo i risultati del test.

Cacao in polvere: la verità sulla colazione più amata dai bambini

Il cacao in polvere è un alimento piuttosto utilizzato per merenda o colazione da adulti e bambini. Comprende ad esempio i preparati per cioccolata calda o delle bustine da sciogliere nel latte caldo per renderlo più dolce e goloso. Ma cosa si cela all’interno di queste polveri? La rivista francese 60 millions de consommateurs ha analizzato 15 campioni di cacao in polvere appartenenti a marchi più o meno noti di supermercati e discount francesi. Alcuni prodotti, in realtà, sono presenti anche in supermercati italiani.

cacao in polvere
(Foto Pexels)

Il risultato del test ha svelato come all’interno della polvere di cacao si celino invece molti altri composti. La scelta preliminare del cacao in polvere migliore dovrà naturalmente basarsi sulla percentuale di cacao presente che può andare dal 100% al 13% (nel caso delle ovomaltine).

Potrebbe interessarti anche: I biscotti migliori in commercio: la classifica dei 30 frollini più buoni per la colazione

I risultati del test francese sulle polveri di cacao

Uno degli ingredienti predominanti all’interno del cacao in polvere è lo zucchero. Infatti in alcuni grandi marchi, come Nestlé, la percentuale di zuccheri risulta molto elevata. In sintesi: “Una tazza da 200 ml fornisce in media 20 g di zuccheri: questo rappresenta il 40% dell’apporto consigliato.” Il problema riguarda i grandi marchi come Nesquik o Ethiquable che superano addirittura i 23 grammi di zucchero per tazza.

cacao in polvere
(Foto Pexels)

Così come il contenuto di fibre è ridotto al minimo, in rapporto alla minore percentuale di cacao presente nel prodotto. Sebbene alcuni dei campioni presi in esame non contengano sale, grassi o additivi, risulta una percentuale abbastanza alta di emulsionanti, anti agglomerante e stabilizzanti.

La classifica dal migliore al peggiore marchio di cacao in polvere

Il migliore prodotto che si possa acquistare è il cacao in polvere puro, biologico, meglio se acquistato da commercio equo e solidale. Al primo posto della classifica stilata dalla rivista francese c’è Cacao amaro in polvere bio di Carrefour, con un contenuto ottimo di fibre e pochi zuccheri. Ecco la lista:

  1. Cacao in polvere bio Carrefour
  2. Polvere di cacao Ivoria
  3. Banania Original
  4. Poulain, grande aroma al cacao
  5. Nature bio, cioccolato in polvere
  6. Dolfin
  7. Ethiquable
  8. Cora
  9. Nestlé
  10. Ovomaltine.

Potrebbe interessarti anche: La classifica dei cereali più salutari da mangiare a colazione

L’ovomaltina è una polvere liofilizzata, molto diffusa in Svizzera, a base di estratto di malto d’orzo, latte scremato, cacao e lievito. Pensata come soluzione istantanea per liquidi come acqua o latte. Si serve spesso infatti nei bar o negli hotel come colazione o merenda.

Sophia Melfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *