Conservare l’aglio fresco per mesi è possibile: ecco come

C’è un modo per conservare l’aglio fresco al meglio per poterlo utilizzare anche per mesi. Ecco come potete fare. È molto semplice.

aglio
Aglio (Pexels)

L’aglio è un alimento fondamentale per tutti gli amanti della cucina intesa nel senso di preparazione, ma anche per tutti quelli che amano soltanto mangiare. Infatti, dà un sapore aggiunto e unico a moltissimi piatti. Anche se poi molti ne sono infastiditi dall’odore che può rimanere addosso e nell’ambiente per un po’ di tempo.

Sicuramente spesso molti di voi si limitano ad acquistare aglio al supermercato, usarlo quando ne avete bisogno e poi lasciarlo lì fino a farlo marcire e buttarlo. Ma forse non sapete che ci sono dei modi per conservare l’aglio fresco anche per mesi.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Uno spicchio d’aglio nel water: l’incredibile effetto di cui non eri a conoscenza

La cosa che, però,  accomuna tutti questi metodi per conservarlo al meglio è quello di togliere la buccia. Qui di seguito troverete alcuni di questi metodi che vi permetteranno di non avere più aglio andato a male, ma di averlo fresco anche dopo diversi mesi.

Conservare l’aglio fresco per mesi è possibile: ecco come

Teste d'aglio sul piatto
(Foto Pexels)

Il primo metodo che vi suggeriamo è quello di mettere gli spicchi senza buccia in un barattolo di vetro pieno d’acqua, chiuderlo con un tappo e in questo modo potete conservarlo in frigorifero anche per diverse settimane. Un altro modo, invece, è questo: tagliate gli spicchi molto piccoli e metteteli nel contenitore per il ghiaccio. Aggiungete un po’ di olio prima di congelarli.

Inoltre, potete conservare gli spicchi, sia quelli freschi e nuovi, sia quelli un po’ più datati che da tempo avete in casa, in un barattolo pieno di olio. Potete poi metterlo sulla dispensa o anche in freezer. Ma se amate i sapori più forti e decisi, potete usare l’aceto invece dell’olio e una serie di altre spezie che preferite. Pensate che in questo modo può arrivare a conservarsi addirittura per 4 mesi.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pizza al taglio, la migliore d’Italia: il verdetto degli esperti

Infine, un ottimo metodo è quello di essiccarlo. Sarebbe molto utile poter usare un essiccatore, ma potete farlo benissimo anche con il forno, tagliando delle fette sottili. Basterà riscaldarlo con il forno ventilato a 60° per alcune ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *