Mani e piedi sempre freddi? Può essere sintomo di una malattia

Molte persone soffrono di mani e piedi freddi. Vediamo quando è normale e quando bisogna preoccuparsi e rivolgersi al medico.

mani e piedi
Mani e piedi (Foto di kira schwarz da Pexels)

Molte persone vengono definite scherzosamente “freddolose” perchè magari hanno spesso mani e piedi freddi, anche quando la temperatura è abbastanza mite. Può succedere in persone particolarmente sensibili al freddo. Quante volte il partner prende in giro la sua compagna perchè alla notte ha i piedi che sembrano due ghiaccioli?

Non c’è niente di male se questi sono episodi che si verificano quando si ha freddo e poi in un po’ di tempo sia mani che piedi si scaldano. Può accadere, però, che le mani e piedi siano sempre freddi in modo non normale e questo può essere sintomo di alcune malattie o patologie.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Avere sempre freddo, un segnale da non sottovalutare: tutte le cause

Non preoccupatevi, basterà rivolgersi al proprio medico e la situazione può essere definita e controllata. Però, avere sempre queste parti del corpo fredde può essere sintomo di infezione, della sindrome di Raynaud, anemia, oppure di una cattiva circolazione. Ma vediamo qui di seguito tutti i dettagli.

Mani e piedi sempre freddi? Può essere sintomo di una malattia

piedi
(Foto Pixabay)

Mani e piedi sono le estremità del nostro corpo e se in noi c’è qualche problema alla circolazione saranno proprio queste parti ad “accorgersene per primi”. Infatti, possono diventare bianche e si può sentire un formicolio. Quando si ha questo disturbo si può soffrire della sindrome di Raynaud. Le dite diventano bianche e fanno male a causa di un malfunzionamento dei vasi sanguigni.

Anche se si sta soffrendo di un’infezione il nostro organismo reagirà in modo tale da sbilanciare il calore e quindi i primi a risentirne sono i piedi e le mani. Oppure, un’altra malattia di cui potete soffrire se avete spesso questi episodi di freddo è l’anemia. Ma in questo caso dovreste sentire anche stanchezza, mal di testa, confusione e tachicardia. L’anemia porta ad un basso numero di globuli rossi e ad una mancanza di ossigeno.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Tenere i piedi al caldo quando fa freddo: 3 modi di farlo al meglio

Fondamentale in questo caso la diagnosi del medico e poi una cura adeguata che possa essere a base di ferro, elemento importantissimo per il sangue, e di vitamina C che aiuta nell’assorbimento del ferro. L’alimentazione, come sempre, ha un ruolo decisivo. In questo caso bisognerà assumere più carne, legumi e verdure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *