Come pulire il parquet utilizzando prodotti naturali e tecniche efficaci

Come pulire il parquet, eliminare lo sporco e vederlo brillare come il primo giorno di posa. Vediamo con quali prodotti e quali tecniche.

parquet
(Foto Pixabay)

La scelta di posare un pavimento in legno rappresenta l’opzione migliore per rendere viva la vostra casa, ma sono in tanti a credere che ci vogliano giornate intere per pulire casa e soprattutto per riuscire a far brillare il parquet.

Tuttavia esistono prodotti e tecniche talmente efficaci e veloci che nemmeno ve ne accorgerete. Nell’articolo di oggi andremo, perciò a scoprire come pulire il parquet e renderlo splendente come appena posato.

Come pulire il parquet

Cosa desiderate dalla vostra casa? Sicuramente vederla pulita e splendente senza alcuno sforzo, in particolare vedere luccicare il parquet.

parquet
(Foto Pixabay)

Il parquet è in grado di donare agli ambienti una piacevole sensazione di accoglienza e calore che tutti vorrebbero per la propria casa. Inoltre, non dimenticate che si tratta di un materiale naturale e sostenibile per l’ambiente.

In tanti, però, evitano il parquet per non dover ricorrere ad eccessive attenzioni. In realtà, sono in molti ad avere delle informazioni sbagliate su questo tipo di pavimento.

Il parquet, è invece (soprattutto se si opta per i prefiniti), facile da pulire e ripristinabili in poche mosse.

Basterà qualche piccolo accorgimento e una manutenzione costante. Pulire il parquet non è particolarmente faticoso, ma non a tutti riesci bene e soprattutto non con il risultato che ci si era prefissati.

Ci sono però alcuni metodi che sono funzionali, economici e veloci. Vediamo cosa occorre per pulire il parquet:

  • detergenti: per poter lavare il pavimento in legno è necessario utilizzare un detergente neutro non aggressivo. È inutile pulire il parquet solo con acqua, in quanto non riuscirebbe a sgrassare. Naturalmente prima di procedere con il lavaggio, assicuratevi di aver aspirato tutto lo sporco.
  • accessori: gli accessori per poter procedere con la pulizia del pavimento in legno sono diversi ma di certo non dobbiamo mai utilizzare una scopa a vapore. Sono invece idonei: strofinacci a pelo lungo (per superficie ruvida e irregolare); strofinacci a pelo corto (superficie liscia); strofinacci in spugna, puro cotono o microfibra.

Pulizia del parquet con prodotti naturali

Naturalmente, in commercio sono molteplici i prodotti con cui poter pulire e far luccicare il parquet che avete in casa. Tuttavia, altrettanto numerosi sono i rimedi naturali che si possono utilizzare ed ottenere ottimi risultati.

Sapone di Marsiglia, acqua e aceto

Per ottenere un risultato ottimale, applicare la soluzione di sapone di Marsiglia, acqua e aceto utilizzando una spugna o un panno in microfibra. Questa è una soluzione adatta anche al pavimento in laminato.

Bustine di tè

Le bustine di tè sono un buon rimedio per ridare luce e brillantezza al pavimento. Basta mettere a bagno due filtri in un secchio d’acqua tiepida e lavare il parquet con la miscela ottenuta.

Acqua e aceto

Acqua e aceto è un ottimo rimedio naturale per pulire del parquet. Bastano solo due ingredienti, un bicchiere di aceto diluito in un secchio d’acqua. Si può aggiungere dell’olio essenziale per dare una piacevole profumazione.

Aceto e olio vegetale

Per evitare l’uso dell’acqua sul parquet (quando non è consigliata per il tipo di finitura del pavimento), si può optare per solo aceto e olio vegetale, il tutto versato in un flacone spray per poter direzionare la miscela sulla macchia.

Potrebbe interessarti anche: Come pulire le mattonelle in cucina: metodi rapidi e infallibili

Pulizia a seconda del tipo di trattamento del parquet

Per poter intervenire con il metodo giusto di pulizia è opportuno conoscere il tipo di trattamento che il parquet subisce in fase finale.

Questo trattamento speciale ha lo scopo di proteggerlo più a lungo da graffi, acqua e agenti di varia natura. Tra i più comuni, ci sono sicuramente la verniciatura, l’oliatura e la cerata. In base al trattamento scelto, come accennavamo, variano leggermente anche i modi di pulire il parquet. Essi sono:

  • parquet verniciato: la verniciatura utilizzata per trattare il parquet ha lo scopo di creare uno strato protettivo principalmente per l’acqua. Questo significa che è possibile utilizzare un panno leggermente più umido per poter eliminare sporco e macchie in superficie.
  • parquet oliato: il parquet oliato, a differenza di quello verniciato è resistente ai graffi ma molto meno all’acqua. Ragion per cui occorre fare attenzione ad utilizzare un panno appena appena umido. In commercio, comunque, esistono prodotti ideati apposta per pulire i parquet verniciati e oliati.
  • parquet cerato: il parquet cerato è possibile pulirlo con un panno leggermente inumidito e successivamente passare un nuovo strato di cera per rendere di nuovo il parquet molto lucido.

Consigli per non danneggiare il parquet

Per evitare di danneggiare il parquet è fondamentale seguire alcune regole generali (valgono per tutti i tipi di parquet):

  • evitare qualsiasi uso di sostanze schiumose, abrasive, acide, corrosive, sia chimiche che naturali, che possano intaccare la superficie. In particolare i prodotti aggressivi come alcool o candeggina, ma anche sostanze impiegate quotidianamente in cucina, come olio, latte o vino;
  • non versare l’acqua direttamente sul pavimento, ma utilizzare sempre uno strofinaccio inumidito e ben strizzato;
  • mai utilizzare acqua calda;
  • arieggiare sempre gli ambienti in cui è posato il parquet;
  • evitare di coprire per lungo tempo il parquet con tappeti ed evitare anche quelli che tendono a scolorire;
  • utilizzare sempre i prodotti di pulizia e manutenzione consigliati dai fornitori;
  • non utilizzare macchine a vapore per la pulizia (potrebbero danneggiare il parquet. Prediligendo invece scope con frange oppure panni specifici per la pulizia dei pavimenti in legno);
  • tenere una temperatura degli ambienti tra 15 e 22 °C e mantenere l’umidità relativa dell’aria ambientale tra il 45% e il 65%, per evitare spaccature e fenditure pericolose.

Pulire sempre le perdite immediatamente e non lasciare mai che acqua o altri liquidi rimangano a lungo sulla superficie del parquet, potrebbe gonfiarlo e staccarlo.

Raffaella Lauretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *