Colesterolo cattivo: alcuni consigli per abbassarne i valori

Vediamo alcuni suggerimenti da adottare in cucina per abbassare il livello del colesterolo cattivo nel sangue. Cose semplici, ma molto utili.

colesterolo
Colesterolo (Foto di Luna Lovegood da Pexels)

Livelli elevati di colesterolo cattivo nel sangue sono molto diffusi nella popolazione. Può essere un fattore genetico, ma lo stile di vita e le abitudini alimentari hanno un ruolo fondamentale in questo campo. Il colesterolo è una sostanza lipoidea presente nel sangue ed è fondamentale per il nostro organismo, ma se in quantità eccessive può provocare diversi disturbi, anche gravi.

Le vene e le arterie possono ostruirsi e il sangue non arriva più al cuore e al cervello. Infarti, ictus ed ischemie sono all’ordine del giorno per questi motivi e bisogna stare attenti. Andrà molto bene tenere sotto controllo il valore del colesterolo attraverso semplici esami del sangue una volta l’anno, soprattutto se si è oltre i 50 anni. Inoltre, ci sono alcuni accorgimenti che si possono adottare da subito.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pressione alta e colesterolo cattivo: una tisana può combatterli

Senza sottovalutare le indicazioni del medico e gli effetti dell’attività fisica, anche delle semplici passeggiate, si può fare qualcosina anche a tavola per abbassare i valori del colesterolo cattivo. Vediamoli nel dettaglio.

Colesterolo cattivo: i consigli a tavola per abbassarne i livelli

pulire-arterie-colesterolo
arterie (pixabay)

Vediamo che cosa si può fare a tavola, cose semplici ma molto utili, per evitare di alzare il livello del colesterolo e andare incontro a gravi problemi di salute.

Formaggi a basso contenuto di grassi

ritiro alimentare taleggio grave
(Foto Pixabay)

I formaggi sono una fonte di grassi. Per questo motivo è bene scegliere i formaggi a basso contenuto di grassi, che anche esperti nutrizionisti inseriscono nelle diete di chi soffre di questo disturbo. È importante per continuare a prendere le sostanze benefiche dei formaggi senza incorrere in problemi legati al colesterolo. Inoltre, quando si può bisognerebbe sostituire i latticini con prodotti vegetali.

Olio extravergine di oliva

olio oliva scadenza
Olio d’oliva (Pixabay)

L’olio extravergine di oliva è fondamentale per il suo contenuto di vitamina E, omega 3 e minerali essenziali che vanno ad aumentare i livelli del colesterolo buono. Naturalmente, per la presenza di grassi, anche se salutari, non va assunto in dose esagerate in modo da prenderne solamente gli aspetti positivi.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Olio d’oliva: un nuovo studio rivela che può prevenire l’ictus

Potete usarlo nei condimenti, oppure prenderne un cucchiaino a stomaco vuoto.

Frutta e verdura

frutta e verdura più contaminate
(Foto Pixabay)

Bisogna aumentare, in tutti i periodi dell’anno, l’assunzione di frutta e verdura di stagione. La natura in questo ci aiuta moltissimo. Fare una buona scorta di tutti i frutti e la verdura disponibile in un determinato periodo dell’anno dà al nostro organismo tutto quello che serve per rafforzare il sistema immunitario, per migliorare la circolazione, pulire le arterie e ridurre il grasso.

Salse e condimenti

Maionese di albumi
(Foto Pexels)

Sarebbe opportuno limitare l’uso in cucina delle salse come la maionese, il ketchup e simili perchè sono pieni di additivi chimici, di grassi e di colesterolo. Si possono comunque sostituire in modo da insaporire ugualmente i piatti con il limone, l’aceto di mele, erbe e spezie.

Metodo di cottura

forno
Forno (Foto di cottonbro da Pexels)

È sempre preferibile la cottura al forno piuttosto del friggere gli alimenti. Ci sono anche altre alternative come la cottura alla griglia o al vapore. Questo è un aspetto davvero molto importante che molte persone tendono a sottovalutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *