Come togliere il ghiaccio dal parabrezza: tecniche infallibili e veloci

Come togliere il ghiaccio dal parabrezza, tecniche veloci per potersi liberare dell’inconveniente della stagione invernale.

ghiaccio parabrezza
(Foto Pixabay)

La condizione più spiacevole che possa capitare durante una tipica nottata invernale, in particolare nella parte settentrionale del nostro Bel Paese, e che si possa ghiacciare il parabrezza.

Il mattino seguente, doversi recare al lavoro, non prima di avere risolto questa situazione, diventa davvero qualcosa di molto faticoso e stressante.

Sapere come togliere il ghiaccio dal parabrezza in modo rapido e senza troppi sforzi è davvero una mano Santa.

Perciò se non vuoi far tardi a lavoro o a quel appuntamento a cui non puoi mancare, scoprite quali i migliori suggerimenti per questa seccatura.

 Come togliere il ghiaccio dal parabrezza

Chi non ha subito, almeno una volta nella vita, questo fastidioso contrattempo a cui non si può fare a meno di intervenire? Forse un po’ tutti, vero?

ghiaccio sul parabrezza
(Foto Pixabay)

Il ghiaccio sul parabrezza è uno dei principali inconvenienti che dobbiamo affrontare nella stagione invernale.

Ecco perché, in questo articolo vi daremo alcuni suggerimenti per togliere il ghiaccio dal parabrezza in modo rapido, efficace e soprattutto senza spaccarlo.

Perciò, se non potete evitare che il parabrezza si congeli, ecco come rimuovere il ghiaccio senza romperlo:

  • acqua tiepida: quando vi ritrovate in mancanza di altro ma potete accedere ad una fonte di acqua riscaldata, potete provare con delle bottigline riempiti di acqua tiepida. Versate molto lentamente l’acqua sul vetro dell’auto e cercate di togliere il ghiaccio prima che si riformi, se eventualmente la temperatura è sotto zero;
  • alcol denaturato: l’alcol ha un punto di congelamento più basso dell’acqua. Se lo strato di ghiaccio non è molto spesso è una buona soluzione;
  • raschietto e antigelo: il metodo migliore, per meno di 10 euro hai le armi migliori per sbarazzarti del ghiaccio in pochissimo tempo. Il raschietto deve essere di plastica per non rovinare il vetro o le cornici del parabrezza, e bisogna partire dai bordi verso il centro. Prima spruzziamo il liquido antigelo sul vetro e poi passiamo il raschietto: in due minuti, pronto.
  • riscaldamento dell’auto: anche se questo purtroppo è il metodo meno ecologico, c’è da dire che è funzionante. Basterà mettere al massimo l’aria condizionata a caldo e direzionare il calore verso il parabrezza. In questo modo la temperatura del vetro si alzerà e ammorbidirà il ghiaccio, tutto ciò faciliterà il lavoro con il raschietto. Non usate questa tecnica se siete al chiuso potreste essere intossicati dal monossido di carbonio. E anche vero però che in un garage non dovrebbe formarsi ghiaccio sul parabrezza dell’auto, ma può succedere.
  • tessera di plastica: quando proprio vi ritrovate senza alcun oggetto utile a rimuovere il ghiaccio sul parabrezza, potete servivi di una tessera tipo carta di credito (ma meglio se non proprio quella). Il ghiaccio se non si presenterà troppo spesso sarà possibile grattarlo senza alcuna difficoltà.

Potrebbe interessarti anche: Come proteggere un rubinetto da giardino in inverno

Consigli

Per evitare la formazione di ghiaccio sul parabrezza la prima cosa da fare è svuotare l’acqua e il sapone dal lavacristallo dell’auto e sostituirlo con uno speciale liquido lavavetri per l’inverno (contenente un additivo antigelo).

Insieme a questa soluzione, è possibile anche lasciare sul vetro una coperta vecchia piuttosto spessa, impigliata nei telai delle porte chiuse.

Ricordatevi di rimuovere il ghiaccio anche dai fari: sulle auto con fari alogeni, dovrebbe essere sufficiente accendere le luci per un po’. Ma le moderne tecnologie di illuminazione o alogene con un design che separa molto la parabola dal vetro di protezione, richiedono che togliamo il ghiaccio a mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *