Kusamono: come realizzare il bonsai che dona benessere

Il kusamono è un’usanza orientale che è diventata di tendenza, quindi ecco come realizzare il bonsai che avvicina alla natura e fa bene all’anima.

kusamono
Kusamono (da Facebook)

Kusamono significa letteralmente “oggetto erbaceo” e in Giappone è espressione della millenaria arte del giardinaggio. Si tratta, quindi, di composizioni di erba in miniatura che in Oriente sono consuetudine e che stanno diventando di tendenza anche nel mondo occidentale.

Sembra che far crescere e coltivare un kusamono possa aiutare corpo e mente e possa far avvicinare di più lo spirito alla natura. Questa composizione è inserita nella categoria bonsai, ma in realtà non è un piccolo alberello, come il bonsai. Si tratta di composizioni dove un rametto può rappresentare un albero, un sasso una pietra più grande, il muschio un piccolo prato.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Ficus Bonsai, foglie ingiallite o macchiate? Perché succede e come evitarlo

Creare questi kusamono ispirandosi alla consuetudine giapponese non è difficile. Quindi, vediamo qui di seguito come si fa dalle primissime fasi.

Kusamono: come realizzare la composizione dell’Oriente

kusamono
Kusamono (da Facebook)

Per fare questa composizione avrete bisogno di un po’ di cose e di saperne altre. Vediamone un elenco:

  • Bisogna scegliere piantine con radici importanti per una crescita lenta;
  • Le piantine dovranno essere dello stesso habitat, così si favoriranno l’un l’altra nella crescita;
  • Il vaso che serve è come quello del bonsai, forato, oppure con ghiaia sul fondo;
  • La composizione avrà bisogno di tanta umidità.

Un’esperta trentina di queste composizioni, Giorgia Brunelli, ha fatto sapere che si può comprare l’occorrente in un negozio di giardinaggio: edera, fittonia, piccole felci sempreverdi. Ma si possono anche prendere piantine dalla strada. Ogni buco nella pietra o nei muri è utile per vedere se è cresciuto qualche cosa di interessante da prendere e coltivare a casa.

Una volta inserito il terriccio nel vaso, bisogna giocare un po’ con la fantasia, aiutandosi anche con pezzetti di legno, piccoli rami, dei sassi. Insomma, bisogna trovare la composizione che più vi ispira. Poi dovete fare stare il tutto alla luce del sole (non diretta), dare tanta acqua e magari metterlo in un posto particolare come la camera da letto.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Ficus Bonsai: come concimarlo per averlo sempre in salute

Visto che il kusamono è una composizione che dona benessere, la camera potrebbe essere una buona soluzione. Prima di dormire vi aiuterà a fare pensieri positivi e dormire meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *