Intolleranza al glutine: alcuni sintomi inconfondibili

Ci sono alcuni sintomi che non si possono sottovalutare e che indicano un’intolleranza al glutine. Vediamo di che cosa si tratta.

sensibilità al glutine
Donna che mangia un panino (Pexels)

Il glutine si presenta come una sostanza appiccicosa, capace di tenere insieme più componenti, di dare elasticità ad un alimento. Il suo nome deriva dal latino gluten, ovvero colla. È un complesso alimentare, un composto peptidico, costituito principalmente da proteine che si trova in alcuni cereali e non solo.

Ma moltissime persone sono intolleranti a questa sostanza, anche se non se ne accorgono. Un’intolleranza non è come un’allergia. Quest’ultima presenta delle reazioni immediate e gravi, che richiedono l’intervento dei soccorsi. Un’intolleranza può esserci e non essere troppo evidente oppure i disturbi possono essere scambiati per qualcos’altro.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pane proteico senza glutine: la ricetta facile e veloce tutta da gustare

Le intolleranze alimentari, inoltre, non sono così facili da individuare. Ma vediamo qui di seguito alcuni sintomi evidenti di intolleranza al glutine che possono manifestarsi o che magari si sono già verificati e li avete sottovalutati.

Intolleranza al glutine: i sintomi da non sottovalutare

Cibi senza glutine corretto
Cibi senza glutine (Pexels by Henri-Mathieusaintlaurent)

Una persona su 100 è celiaca, cioè affetta da una malattia autoimmune che non rende digeribile il glutine dall’intestino. In questo caso il glutine deve essere eliminato dalla dieta per non andare incontro a conseguenze gravi. Invece, fino al 13% della popolazione presenta un’intolleranza, oppure una sensibilità al glutine che presenta diversi sintomi.

Vediamo quali possono essere, dopo aver mangiato un piatto di pasta, ad esempio:

  • Dolore a stomaco e pancia;
  • Gonfiore allo stomaco;
  • Eruzione cutanea;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Sbalzi di umore;
  • Perdita di peso.

L’organismo reagisce in questi modi quando deve assorbire qualcosa che è particolarmente fastidioso. Il corpo, però, avverte sempre la persona che c’è qualcosa che non va, che c’è qualche problema. Nel caso di un’intolleranza o di una sensibilità al glutine potrebbe accadere questo. Inoltre, dal momento che subentrano gonfiori e dolori, l’appetito potrebbe andare e venire e quindi la persona potrebbe calare di peso.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Celiachia: ecco a cosa prestare attenzione nel quotidiano

È naturale che bisogna rivolgersi al medico quando si avvertono sintomi o disturbi strani e indagare sul problema. Dopo gli accertamenti prescritti dal medico, bisogna comunque seguire le sue indicazioni in modo da regolare la propria dieta in modo da migliorare la propria salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *