Di cosa ha bisogno il corpo in primavera? Consigli per essere energici

Di cosa ha bisogno il corpo in primavera: alimenti e suggerimenti basilari per condurre una vita sana e affrontare una nuova stagione.

il corpo in primavera
Di cosa ha bisogno il corpo in primavera (Foto Pixabay)

Come ogni anno, siamo in tanti ad aspettare l’arrivo della primavera per rinascere e mettere di nuovo i piedi fuori di casa.

Finalmente abbandoniamo, i divani e le serie tv per dedicarci a stupende e benefiche passeggiate, alimenti sani e di stagione.

Ma mentre per molti la primavera è tutto questo, per alcuni è la causa di qualche fastidioso malessere. In questo periodo dell’anno, infatti, molte persone sono soggette ai cosiddetti “disturbi primaverili”.

Tutte condizioni che possono essere evitate se si fa attenzione a ciò che si mangia e come lo si prepara. In questo articolo, infatti, vi suggeriremo di cosa ha bisogno il corpo in primavera per ripartire di slancio.

Di cosa ha bisogno il corpo in primavera

In primavera abbiamo bisogno di energia, di apertura, di leggerezza, attività e movimento ma soprattutto di una sana alimentazione.

Tisana per la primavera
Tisane alle erbe in primavera (Foto Pixabay)

Come accennavamo precedentemente, in primavera molte persone soffrono di disturbi quali: mal di testa, insonnia, stanchezza muscolare e nervosa, apatia e così via.

Si tratta di malesseri stagionali che si possono combattere con la medicina naturale, con una corretta alimentazione, con l’utilizzo delle proprietà benefiche di erbe e con un corretto stile di vita.

Alimenti da incrementare

Con l’arrivo della primavera ci sono alcuni alimenti già presenti nella nostra dieta ma che vanno assolutamente incrementati. Si tratta dei seguenti cibi:

  • cereali di natura leggera: riso integrale dal chicco corto o medio, orzo, quinoa, miglio con verdure, pasta integrale. Possono essere bolliti invece che cotti nella pentola a pressione;
  • zuppe più leggere: con meno cereali, legumi e condimenti salati ma maggior quantità di verdure;
  • proteine per depurarci: ridurre la quantità giornaliera delle proteine (si raccomandano tutte le varietà di proteine vegetali e di pesce) tranne che per i bambini, le donne in gravidanza, i lattanti e le persone che svolgono un’intensa attività fisica. Queste tipologie di persone hanno bisogno di un apporto superiore di proteine, a prescindere dalla stagione dell’anno;
  • verdure tutti i tipi e le varietà: verdure leggermente amare e piccanti (crescione, ortica, foglie di dente di leone, foglie di ravanelli, rape, cipollotti, porri, borragine, carciofi, champignon, barbabietola, germogli, sedano e insalatine.) sono degli eccellenti purificanti e aiutano il corpo ad eliminare le tossine;
  • frutta: durante la primavera solitamente fa ancora freddo la frutta ha un effetto energetico raffreddante, per cui è consigliato consumare solo frutta di stagione, aggiungendo però qualche fattore che genera calore. Ciò vuol dire che è meglio consumare della frutta cotta, come delle mele cotte al forno o in friggitrice ad aria, o delle composte di mele o pere al vapore e concentrati di frutta;
  • sapori acidi: consumare a digiuno un centrifugato di carota, dell’acqua con una fetta di limone, o del succo di mela o arancia. Sono tutti alimenti che ci aiutano se ci sentiamo tesi, nervosi, di malumore;
  • alghe: utilizzarle regolarmente e in tutte le sue varietà, integrate in piatti più leggeri. In particolar modo: wakame, dulse, nori, kombu, arame, lattuga di mare;
  • menta: è indicata come stimolante dello stomaco, per contrastare disturbi gastrointestinali e mal di testa, previene la nausea, stimola la digestione e procura benefici effetti per chi soffre di insonnia e nervosismo, tipici della primavera.

Potrebbe interessarti anche: Erbe aromatiche da piantare a fine febbraio, per averle in primavera

Cotture

Per le modalità di cottura, anche qui dobbiamo avere qualche accorgimento, non possiamo procedere come abbiamo fatto per l’inverno, dove il corpo necessitava di più grassi.

Per tale motivo occorrerà ridurre quelle cotture dall’energia densa, pesante e che generano un calore penetrante. Nel caso dell’olio extra vergine d’oliva, occorrerà utilizzarlo con moderazione, dando modo al fegato di rilassarsi e depurarsi, ma mai dovrà essere completamente eliminato.

Quindi, sarà meglio incrementare il bollito, il vapore, lo scottato, il saltato veloce, senza però dimenticare il sapore dolce delle verdure che richiedono cotture lunghe.

Stile di vita

Di cosa ha bisogno il corpo con l’arrivo della primavera? Di sicuro di un buon sonno ristoratore. L’arrivo della primavera per qualcuno è sinonimo di cattivo riposo.

L’aumento della luce solare disturba la secrezione di melatonina, importante per la regolazione del sonno. Per poter realizzare una sana dormita incenso e candele da diffondere per casa e una buona camomilla serale o tisane a base di Betulla, Tarassaco, Carciofo, Goji, estratto/foglie di Menta e Vitamina C, è tutto ciò che può aiutare ad agevolare il riposo notturno.

Inoltre, è importante cercare di evitare computer e videogames nelle ore serali, favorendo invece libri, riviste e bricolage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.