Trigliceridi: i valori normali e le spezie che possono aiutare ad abbassarli

I trigliceridi sono una componente fondamentale del nostro organismo, vediamo quali sono i valori considerati normali e quali spezie possono aiutare.

spezie benefici
Spezie (Pixabay)

Quando una persona tende ad avere il colesterolo alto, oppure mangia tanti grassi si nominano sempre i trigliceridi. Nelle analisi del sangue è uno dei valori che mette più paura se elevato, ma che cosa sono nello specifico queste sostanze del nostro corpo?

I trigliceridi sono presenti per il 90% (a volte anche 98%) nei grassi e nei lipidi che ci sono nell’organismo e anche in quelli che ci sono negli alimenti. Infatti, costituiscono un dato importantissimo insieme al colesterolo buono, quello cattivo per determinare poi il livello di colesterolo totale.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Trigliceridi: non sono pericolosi solo per il cuore, gli studi

Inutile dire che l’alimentazione è fondamentale per non alzare il livello di questi grassi. Le conseguenze potrebbero essere molto gravi. Ma vediamo qui di seguito maggiori dettagli, anche sulla loro funzione, e quali sono gli alimenti che possono aiutare maggiormente.

Trigliceridi, le spezie aiutano: tutti i dettagli

esami del sangue
Provette per esami del sangue (Pexels)

Chimicamente un trigliceride è formato da una molecola di glicerolo e tre acidi grassi che formano una E maiuscola in genere, ma hanno una loro differenziazione. Ci sono trigliceridi semplici (quando gli acidi grassi sono uguali) e ci sono trigliceridi complessi. Ma a che cosa servono esattamente?

Queste sostanze sono quelle che danno energia all’organismo. Producono chilocalorie e sono presenti nella maggior parte nel tessuto adiposo. Ecco perchè una persona in sovrappeso o obesa avrà alti livelli di trigliceridi. Bisogna fare molta attenzione quando gli esami del sangue ne evidenziano una presenza eccessiva perchè non ci saranno solamente chili in più ma anche rischi per la salute.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Abbassare colesterolo e trigliceridi: basta questo frutto

I trigliceridi alti aumentano il colesterolo, aumentano la pressione sanguigna e, di conseguenza, si avranno problemi cardiaci, problemi cardiovascolari, trombosi e ictus. Ma si può far fronte a questo problema controllando adeguatamente l’alimentazione.

Valori normali

Se si vuole tenere nella norma i trigliceridi bisogna fare un semplice esame del sangue e controllare che questi siano minori di 150 mg/dl. Un medico considererà poi “leggermente al di sopra del normale” un valore compreso tra 150 e 199. Dopo i 200 mg/dl fino ad arrivare a 499 mg/dl sono alti. Mentre un valore che supera i 500 mg/dl è da considerare altissimo.

Gli alimenti che possono aiutare con i trigliceridi: le spezie

Come abbiamo accennato poco fa, ci sono alcuni alimenti ed alcune bevande che hanno la capacità di tenere bassi i livelli di trigliceridi, ma non solo. Si possono occupare anche del colesterolo, della glicemia, della pressione. È molto importante sapere quali possono essere perchè sono un valido aiuto, seguendo sempre le indicazioni del medico.

In questo articolo ci concentreremo sul ruolo di alcune spezie che sono ricche di benefici per il cuore e per tutto il nostro organismo. In base alle loro proprietà quelle che servono di più per abbassare i trigliceridi sono queste:

  • Curcuma
  • Zenzero
  • Cannella
  • Aglio
  • Origano
  • Rosmarino
  • Pepe nero

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Spezie: quelle dalle proprietà medicinali più utili per la salute

Se aggiunte ai cibi dei pasti possono ridurre significativamente lo stress ossidativo e prevenire le malattie cardiovascolari. Sono, quindi, ottimi alleati della salute. Anche se da sole non possono compiere miracoli.

Consigli utili

alimentazione-trigliceridi-colesterolo-(1)_optimized
(Foto Adobe Stock)

Le cause che portano ad un aumento di trigliceridi sono l’alcolismo, l’obesità, il diabete, mangiare troppo e male, avere una vita sedentaria. Infine, ci possono essere alcune patologie specifiche che come conseguenza provocano questa alterazione. In generale, dopo aver consultato il medico e aver seguito tutte le sue indicazioni per quanto riguarda i farmaci e non solo, ecco alcuni consigli:

  • Limitare l’alcol
  • Cercare di assumere pochi grassi e zuccheri
  • Fare un po’ di movimento ogni giorno
  • Cercare di mantenersi nel peso forma
  • Fare attenzione ai farmaci che si assumono

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *