Bonus Psicologo, perché è fondamentale la riconferma di questa misura

Il ritorno del Bonus Psicologo è stato accolto con una vera e propria acclamazione unanime. Di cosa si tratta e perché è così importante.

Rappresentazione di un disagio psichico
Rappresentazione di un disagio psichico (Pixabay)

Bonus Psicologo, il Governo aveva tolto questo importante provvedimento che aveva consentito a molte persone di potere ricevere delle agevolazioni per accedere ad un supporto importante per la propria psiche. Le spese in questione trovavano parziale rimborso con la misura in un primo momento sparita dalla Manovra Finanziaria per il 2022.

Per fortuna il Bonus Psicologo è stato reintrodotto. Soprattutto dalla comparsa del virus tra l’inverno e la primavera del 2020, con il pesante lockdown di due mesi vissuto ai tempi, aveva portato all’emergere delle fragilità mentali di non pochi individui.

Al momento si stima che circa quattro milioni e mezzo di persone dovrebbero fare ricorso ad un aiuto per ritrovare maggiore stabilità interiore, ma solo una minima parte di essi sceglie di rivolgersi ad un professionista. Il Bonus Psicologo, entrando più nel dettaglio, mette a disposizione 600 euro a soggetto, fino a quando i fondi messi a disposizione non risulteranno esauriti.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Casalinghe, da 468 a 1293 euro al mese se hai dai 16 anni in su

Bonus Psicologo, come funziona ed in che modo richiederlo

Consulto di un paziente con un professionista
Consulto di un paziente con un professionista (Pixabay)

Fondi che ammontano a 10 milioni di euro. Ma si prevede il versamento di ulteriori 10 milioni allo scopo di reclutare nuove figure professionali nel settore, da fare operare anche per fornire supporto psicologico nelle scuole di ogni grado ed ordine ed in diversi posti di lavoro.

Grazie al Bonus Psicologo ecco ritornare delle agevolazioni per quanto riguarda le visite da un professionista regolarmente riconosciuto. La reintroduzione di questo provvedimento è avvenuta alla metà dello scorso mese di febbraio, anche in seguito ad una vera e propria petizione popolare. L’accesso è garantito a tutti coloro che rientrano in una certa fascia di reddito, estrapolata dal proprio ISEE.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Cultura, via alle domande: quanti soldi offre e quanto tempo c’è

Tale limite ammonta a 50mila euro all’anno e risulta sostanzialmente elevato, in maniera tale da potere favorire il più possibile l’accesso a questa fonte di sostegno. Ed i 600 euro messi a disposizione per ogni persona beneficiaria che necessita di aiuto psichiatrico serviranno per pagare più consulti per ogni paziente.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Vacanze 2022: come averlo, chi può richiederlo e quando

Sarà il medico di base a fornire un parere sulla idoneità o meno di concedere oppure no questo bonus. Ulteriori informazioni sono attese a stretto giro su come ricevere l’aiuto in questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *