Sconto bollette, puoi ottenerlo subito: averlo è molto facile

In che modo è possibile ricevere lo sconto bollette previsto dal Governo e che serve per onorare i pagamenti delle principali utenze di casa.

Soldi in contante ed una calcolatrice con termosifone sullo sfondo
Soldi in contante ed una calcolatrice con termosifone sullo sfondo (Pixabay)

Sconto bollette, c’è una importante agevolazione che riguarda tantissimi cittadini, i quali potranno usufruire di questo grosso aiuto per potere pagare le loro utenze. Con l’inizio del mese di aprile è possibile avanzare domanda apposita per potere richiedere tale misura di sostegno, con tutto il 2022 che tornerà utile per avanzare domanda.

Lo sconto bollette varrà in particolare per affrontare le spese relative alle utenze di gas e corrente elettrica, che sono aumentate entrambe di oltre l’80%. Questa cosa ha creato delle profonde difficoltà non solo ai vari nuclei familiari in Italia ma anche a migliaia di aziende di piccole dimensioni. Ed anche quelle più grosse stanno avendo dei problemi in quelli che sono i loro consueti processi di produzione.

Si stima che a potere avere accesso allo sconto bollette siano circa 5 milioni di famiglie. C’è un requisito fondamentale da rispettare e che richiede di non superare i 12mila euro di reddito all’anno. Il punto di riferimento per quanto riguarda questo provvedimento è il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, oltre ovviamente all’INPS.

Potrebbe interessarti anche: Assegno unico INPS, come ottenere le maggiorazioni per ogni figlio

Sconto bollette, come fare per averlo subito

Una persona tiene tra le mani dei soldi ed un borsellino
Una persona tiene tra le mani dei soldi ed un borsellino (Pixabay)

Un recente provvedimento annunciato all’interno del Decreto Energia ter presentato lo scorso 19 marzo, e diventato operativo due giorni dopo, ha fatto si che il limite massimo di ISEE richiesto salisse ai suddetti 12mila euro dagli iniziali 8265 euro. E questo proprio per fare si di ampliare la platea degli aventi diritto al bonus.

Potrebbe interessarti anche: Bolletta dell’acqua, sprechi ed aumenti da paura: qui si paga di più

Come detto, servirà necessariamente esibire il proprio ISEE, che si ottiene ricavando inizialmente la Dichiarazione Sostitutiva Unica. Per avere quest’ultima si può fare ricorso ad un patronato CAF, che saprà fornire delle indicazioni utili in materia.

Potrebbe interessarti anche: Quanto consuma il televisore? I costi in bolletta in un anno

Sarà quindi premura dell’INPS individuare le famiglie che rientreranno sotto alla copertura fornita da questa grossa misura di sostegno, che permetterà alle stesse di contenere i costi onerosi che il pagare le bollette in questo particolare e complicato momento comporta. Per finire, ci sono delle iniziative simili intraprese anche dalle Regioni, con destinatari i cittadini che vivono sul loro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *