Salmonella nel cioccolato: 150 casi in Europa, è allerta alimentare

Salmonella nel cioccolato: aumentano i casi in Europa. La valutazione ufficiale dell’Efsa-ECDC su alcuni prodotti identificati come focolaio principale.

Uova di Pasqua contaminate
Uova di Pasqua con fiocco (Adobe Stock)

Salmonella e cioccolato: sono 150 i casi registrati fino ad ora dall’Autorità Europea per la sicurezza alimentare (Efsa). I prodotti specifici provenienti da uno stabilimento in Belgio e commercializzati in tutta Europa rappresentano il primo focolaio. Tutti i dettagli.

Focolaio di salmonella nel cioccolato: uova di Pasqua contaminate

I ricercatori di Efsa e ECDC (Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) stanno ancora indagando sulle cause singolari che hanno interessato la contaminazione di uno stabilimento Kinder Ferrero in Belgio. Ancora sconosciuti i fattori alla base della contaminazione e tutte le materie prime contaminate da salmonella.

Uova con salmonella
Cesto di uova (Pixabay)

La revoca di commercializzazione per lo stabilimento è stata immediata, così come le allerte ufficiali del colosso Ferrero che ha interessato in via precauzionale i seguenti prodotti:

  • Uovo di Pasqua Kinder Sorpresa T6 “Pulcini”
  • Ferrero Kinder Sorpresa Maxi 100g “Puffi”
  • Kinder “Miraculous”
  • Kinder Schoko-Bons

Sebbene in Italia, non ci siano ancora casi ufficiali di contaminazione da salmonella, l’allerta alimentare è in vigore. Come riportato dal comunicato ufficiale dell’Efsa: “Dall’8 aprile 2022 – scrive l’Efsa – sono stati segnalati 150 casi confermati e probabili di Salmonella Typhimurium monofasica in nove paesi dell’UE/SEE (Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Spagna e Svezia) e nel Regno Unito.”

I casi hanno riguardato principalmente bambini con età inferiore ai 10 anni.

Potrebbe interessarti anche: Kinder Salmonella, le uova di Pasqua sono sicure? Risponde Ferrero

Lo stabilimento in Belgio era già contaminato nel dicembre 2021

Durante un controllo a campione effettuato nel dicembre 2021, lo stabilimento Kinder Ferrero in Belgio era risultato positivo al batterio della salmonella. Dopo aver impiegato diverse misure igieniche e in seguito ad ulteriori controlli, l’Efsa aveva concesso nuovamente l’autorizzazione al commercio dei prodotti in Europa.

Tuttavia nel marzo 2022 si sono verificati ancora numerosi casi di contaminazione batterica. Ferrero ha quindi deciso di richiamare, in via precauzionale, tutti i prodotti coinvolti che erano già stati spediti nei vari  supermercati europei.

L’8 aprile 2022, il colosso dolciario ha provveduto al ritiro massiccio di tutti i prodotti appartenenti a quello specifico stabilimento in Belgio, a prescindere dal numero di lotto o dalla data di scadenza in questione.

Potrebbe interessarti anche: Allerta alimentare estesa: possibile contaminazione nelle uova di cioccolato con sorpresa

Proseguono le indagini, ma le cause prime di contaminazione sono ancora ignote. Così come resta ignota la lista completa dei prodotti infetti già in commercio. Scatta quindi l’allarme, anche in Italia, per tutte le uova di Pasqua Kinder Ferrero tanto attese dai più piccoli. Al momento, non c’è stata nessuna comunicazione ufficiale da parte del Ministero della Salute.

Richiami Kinder in Italia

Il Ministero della Salute, al momento, ha effettuato i seguenti richiami alimentari ufficiali:

  • Ferrero Kinder Shoko Bons
  • Kinder Sorpresa T6 Pulcini
  • Kinder Sorpresa Maxi Puffi Miraculous

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *