Divieto di circolazione, blocco totale per questi veicoli senza un dispositivo

Decretato il divieto di circolazione per dei mezzi che appartengono ad una precisa classe e che non avranno installato un accessorio fondamentale.

L'interno di un'auto in movimento
L’interno di un’auto in movimento (Freepik)

Divieto di circolazione, un provvedimento intrapreso su base comunale e che ha diverse motivazioni di essere. La cosa si rende spesse volte necessarie allo scopo di contrastare l’inquinamento atmosferico, con un livello di concentrazione di polveri sottili nell’aria troppo elevato.

Respirare troppo a lungo con l’esposizione di queste sostanze prolungata può dare adito a malattie del sistema respiratorio. Il divieto di circolazione per una data categoria di veicoli, oppure le targhe alterne, sono quindi delle disposizioni che si rendono necessarie.

Proprio di divieto di circolazione si parla ora, con la sua entrata in vigore in programma nel corso del 2022. La cosa riguarda una ben precisa zona d’Italia ed una altrettanto ben precisa categoria di mezzi. Che dal prossimo mese di ottobre non potranno più essere impiegati in una zona precisa.

Potrebbe interessarti anche: Rc auto multe: chi si è assicurato rischia di dovere pagare quasi 3500 euro

Divieto di circolazione, quando scatta e dove

Auto Euro 5 in esposizione
Auto Euro 5 in esposizione (Foto ANSA)

A Milano, nell’Area B, non potranno circolare più i mezzi alimentati a gasolio e di classe Euro 5. Tutti quanti loro hanno ricevuto immatricolazione dopo agosto 2009. Tali veicoli non potranno più circolare in questa zona di Milano a partire da ottobre 2022.

Potrebbe interessarti anche: Telepass, pericolo: aumenti a luglio e la conveniente concorrenza di Unipol

Tra l’altro nell’Area B del capoluogo lombardo già ora possono circolare solo i veicoli meno inquinanti. Per le auto Euro 5 in questione sarà consentito l’impiego nella suddetta zona solamente se esse monteranno su un dispositivo necessario, chiamato MoveIn. Si tratta di una sorta di scatola nera come quelle che concedono in molti casi diverse assicurazioni a seconda del contratto stipulato.

Potrebbe interessarti anche: Prezzo benzina e diesel, cosa avverrà dal 2 maggio: e fioccano le multe

Con il MoveIn le auto Euro 5 potranno circolare, anche se solo fino ad un certo chilometraggio per anno. Raggiunto quel tetto, il veicolo potrà essere utilizzato solo allo scattare dell’anno nuovo. Specialmente in periodo primaverile ed estivo poi il divieto di circolazione con l’introduzione delle targhe alterne viene adottato anche da altri capoluoghi in tutta Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *