Whatsapp a pagamento, stavolta è vero: quando succederà

Da tempo si parla di Whatsapp a pagamento, ma non c’è mai stato niente di confermato. Fino ad ora. Adesso infatti una fonte svela dettagli concreti.

La schermata iniziale di Whatsapp
La schermata iniziale di Whatsapp (Pixabay)

Whatsapp a pagamento, a Menlo Park ci starebbero pensando. E questa sarebbe solo una delle tante introduzioni che Mark Zuckerberg ha in mente per il suo Meta, l’universo comunicativo che ha come pilastri imprescindibili lo stesso Whatsapp, Facebook ed Instagram.

Cosa comporterebbe uno Whatsapp a pagamento? Anzitutto è bene precisare che l’intenzione da parte di chi gestisce quella che è la più celebre applicazione di scambio di messaggi in tempo reale non sarebbe di rendere tutto quanto universale.

Infatti Whatsapp a pagamento sarebbe in pratica una versione premium, che porterebbe in aggiunta tutta una serie di funzionalità aggiuntive. Mentre la versione base continuerà certamente a restare a disposizione dei milioni e milioni di fruitori che ogni giorno ne fanno uso.

Potrebbe interessarti anche: Nascondere l’ultimo accesso di Whatsapp, ci pensa un aggiornamento

Whatsapp a pagamento, perché e quando potrebbe accadere

La app di Whatsapp Business
La app di Whatsapp Business (Foto screenshot)

D’altronde rendere di punto in bianco Whatsapp a pagamento rappresenterebbe un danno enorme per Meta. La cosa porterebbe ad una migrazione in massa lì dove non si paga, come Telegram. Invece così, chi lo vorrà potrà avere a disposizione degli strumenti e delle opzioni ulteriori al costo di un piccolo canone mensile, con tutta probabilità. Come del resto avviene con altre forme di abbonamento diventate la consuetudini per molti.

A parlare di questa possibilità è WABetaInfo. Ma sembra anche che, almeno in un primo momento, la novità appena descritta sarà riservata alla sola versione Business, in uso come di consueto alle attività lavorative ed aziendali.

Potrebbe interessarti anche: Aumentare la ricezione dell’iPhone, il trucco rapido e veloce

Se ci pensate bene, un pò tutte le applicazioni sono già a pagamento. Twitter, Skype, Instagram, Facebook ed altre consentono di aggiungere del credito per potere svolgere diverse azioni a pagamento.

Potrebbe interessarti anche: 5G pericoloso? La verità degli ultimi studi, sfatato il mito

Le indiscrezioni riferiscono che con un abbonamento a Whatsapp, quando verranno abilitati i pagamenti, si avrà la possibilità di potere accedere a delle funzioni in misura maggiore rispetto a quelle attualmente presenti. Per esempio potrebbero essere connessi sullo stesso account dieci o più dispositivi diversi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *