Miglio: benefici, proprietà, dieta, ricette, controindicazioni e storia

Il miglio, tutte le caratteristiche, le proprietà, i benefici, le ricette, le controindicazioni e tant’altro su questo grano antico.

Miglio
Miglio (Foto Pixabay)

Il miglio è un grano presente da moltissimi anni e seppur ad oggi non ancora diffusissimo in Italia, è molto apprezzato perché ricco di nutrienti ed è adatto a chi è intollerante al glutine.

Si tratta quindi di un cereale appartenente alla famiglia delle Poaceae, molto diffuso in Asia e Africa. Veniva utilizzato già nel Medioevo (in sostituzione della carne) e in seguito anche dai Romani.

Possiede caratteristiche nutrizionali simili a quelle di altri cereali, per tale motivo spesso viene utilizzato in sostituzione a pasta, riso, farro e similari. Scopriamo quali le altre caratteristiche e tante altre informazioni sul miglio.

Caratteristiche del miglio

La coltivazione di miglio è piuttosto semplice rispetto ad altre, in quanto è molto resistente alla siccità e ad altri fattori, quali: parassiti, terreni poco fertili e ambienti difficili.

miglio piantagione
Coltivazione di miglio (Foto Pixabay)

La pianta può che produce dei piccoli semini lisci, rotondi, di colore giallo, simili a quelli della quinoa e dell’amaranto, può raggiungere un 1 metro e mezzo di altezza.

I maggiori produttori di miglio sono India, Nigeria, Cina e Russia. In Italia, invece, la sua coltivazione è molto ridotta e viene utilizzato prevalentemente come mangime per pollame.

Vediamo, ora quali i benefici, le proprietà e quant’ altro su questo straordinario cereale.

Benefici e proprietà del miglio

I benefici e le proprietà del miglio, sono davvero tanti e sono:

  • contenuto di fibre importanti nello stimolare l’attività intestinale e quindi l’eliminazione delle sostanze tossiche;
  • è ricco di niacina e fibre alimentari, utili a ridurre la quantità di colesterolo “cattivo”, LDL, nel sangue e promuovendo gli effetti di quello “buono”, HDL;
  • presenza di vitamine del gruppo B e minerali, ricostituenti ed energizzanti;
  • perfetto per anziani, donne in gravidanza e bambini, poiché molto digeribile;
  • previene la formazione dei calcoli biliari;
  • ricco di potassio e il magnesio sono minerali presenti in gran quantità nel miglio: essi hanno la proprietà di abbassare la pressione sanguigna comportandosi come veri e propri vasodilatatori.
  • è indicato anche per chi soffre di bruciori e acidità di stomaco, grazie all’azione alcalinizzante;
  • ha proprietà antiossidanti utili nel contrastare gli effetti dei radicali liberi che, a lungo andare, possono causare l’insorgere di malattie croniche tra le quali anche i tumori;
  • possiede un elevato contenuto di acido silicico molto utile per la bellezza dei capelli, della pelle, delle unghie e dei denti.

Valori nutrizionali

In 100 grammi di miglio ci sono circa 356 Calorie e contengono:

  • Proteine 11,02 g
  • Carboidrati 72,85 g
  • Grassi 4,22 g
  • Saturi 0,723 g
  • Monoinsaturi 0,773 g
  • Polinsaturi 2,134 g
  • Fibra alimentare 8,5 g
  • Sodio 5 mg

Varietà

Anche se il miglio bianco è la specie più comune in Italia e Europa, esistono diverse varietà e sono:

  • giallo: ha semi più duri della specie precedente;
  • nero: è una varietà vigorosa ma meno stimata delle altre;
  • bicolore: poco coltivato in Europa;
  • porpora: con semi di un bel rosso scuro. Poco coltivato;
  • verdastro: con semi più piccoli rispetto al miglio comune;
  • perla: diffuso in Africa e India;
  • africano: diffuso in Africa centrale, India e Cina. La pianta è usata come foraggiera e la granella come alimentazione umana e per la produzione di birra;
  • piccolo miglio: diffuso in India. Si tratta della specie con maggiore capacità di accrescimento.

Consumo e uso nelle diete

Il miglio non fa ingrassare, naturalmente se consumato in quantità adeguate al proprio fabbisogno energetico e nutrizionale.

Ha un gusto piuttosto neutro ed una consistenza cremosa, soprattutto se cotto a lungo. Può essere considerato al pari di altri cereali, perciò il consumo di miglio può essere simili a quello dei cereali affini, come pasta, riso e orzo.

Metodi di cottura

Grazie alla presenza di fenoli nei semi, il miglio è possibile conservarlo molto a lungo, mantenendo integre le proprietà.

Tuttavia, anche se possiamo tenerlo per diverso tempo in dispensa, è meglio sapere come prepararlo. Vediamo quindi quali i metodi di cottura del miglio per poterlo utilizzare nelle ricette.

Per la sua consistenza cremosa, può essere utilizzato per la preparazione di polpette, sformati o crocchette.

Mentre, cotto in acqua bollente per circa 20 minuti, può essere utilizzato per realizzare un primo piatto insieme a verdure, carne o pesce. E c’è la possibilità di averlo anche soffiato, in questo caso è preferibile aggiungerlo a yogurt o latte.

Potrebbe interessarti anche: Farro: proprietà, benefici, valori nutrizionali e tutto ciò che non conoscevi

Ricetta polpette miglio e broccoli

Polpette di miglio
Polpette di miglio e broccoli (Foto ScreenYouTube)

Ingredienti:

  • 200 gr broccoli;
  • 50 gr di miglio;
  • 1 uovo;
  • sale;
  • olio evo;
  • pan grattato;
  • 1 spicchio d’aglio.

Procedimento

Lavate i broccoli e cuoceteli a vapore. Nel frattempo cuocete il miglio in acqua salata, per circa 20 minuti. Eliminate l’eventuale acqua in eccesso dal miglio e aggiungete i broccoli (precedentemente schiacciati con una forchetta).

Aggiungete anche il sale, l’uovo e mescolate fino ad amalgamare il tutto. Formate le polpette e impanatele con il pan grattato.

Foderate una teglia con carta da forno e ungetela d’olio, aggiungete un filo d’olio anche sulle polpette di miglio e uno spicchio d’aglio nella teglia.

Infornate e cuocete in forno a 180° per 20/25 minuti, a metà cottura girate le polpette per cuocerle su tutti i lati.

Potrebbe interessarti anche:

Controindicazioni

Il consumo di miglio, in generale non è controindicato, a meno che non si abbia un’allergia o intolleranza a questo alimento, ma ad ogni modo, prima di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, il proprio medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *