Grano saraceno: proprietà, benefici, valori, ricette e controindicazioni

Grano saraceno: tutte le caratteristiche, le proprietà, i benefici, le ricette, le controindicazioni e tant’altro su questo antico prodotto.

cucchiaio di grano saraceno
Grano saraceno (Foto Pixabay)

Innanzitutto, cominciamo con il sottolineare che il grano saraceno non è un cereale, come spesso si portati a pensare, ma una poligonacea.

La confusione, è dovuta al fatto che le proprietà e l’uso alimentare di questo alimento è simile a quello dei cereali (graminacee).

Per questo motivo spesso viene utilizzato in sostituzione a pasta, riso, farro e similari. Scopriamo quali le caratteristiche e le tante altre informazioni.

Caratteristiche del grano saraceno

Il grano saraceno è (Fagopyrum esculentum, Moench.) è un alimento originario dell’Asia, in particolare delle regioni della Siberia e della Manciuria.

grano saraceno
Grano saraceno in chicchi (Foto Pixabay)

È apprezzato da tutti, soprattutto da chi è obbligato ad un’alimentazione gluten-free, essendo privo di glutine. Vanta, inoltre, notevoli proprietà nutrizionali ed apporta benefici importanti per la salute.

La coltivazione del grano saraceno è molto in voga in quest’ultimo decennio, poiché come dicevamo, è molto apprezzato come sostituto di altri carboidrati.

In Italia la coltivazione è diffusa soprattutto al nord, e in particolare a Bolzano e a Sondrio, ma arriva dalla Siberia, Manciuria e Cina, durante il Medioevo.

Stabilizzandosi, poi, come coltura in Francia e in Germania. Vediamo, ora quali i benefici, le proprietà e tant’ altro su questo straordinario alimento.

Benefici e proprietà del grano saraceno

I benefici e le proprietà del grano saraceno sono davvero tanti:

  • ricco di fibre e fitosteroli: In 100 gr. di grano saraceno troviamo ben 6 grammi di fibre
  • contenuto vitaminico molto elevato, con vitamine del gruppo B, nello specifico B1, B2, B3, B5 e B6, e del gruppo E;
  • buone quantità di lisina, treonina e triptofano: amminoacidi essenziali che l’organismo non riesce a produrre in quantità sufficiente, per il rinnovamento cellulare;
  • ricco di fosforo, calcio, ferro, magnesio, rame e la percentuale di potassio è superiore a quella degli altri cereali;
  • ha proprietà rimineralizzanti e fortificanti che rendono questo tipo di pseudograno un alimento energizzante perfetto;
  • aiuta a mantenere bassi i livelli del colesterolo cattivo nel sangue.

Infine, questa pianta, come tutti gli alimenti ricchi di fibre insolubili, aiuta ad accelerare il transito intestinale, riducendo così le secrezioni di acidi biliari.

Valori nutrizionali

In 100 grammi di grano saraceno ci sono circa 343 calorie e contengono:

  • 9,7 g di acqua
  • 13,2 g di proteine
  • 3,4 g di grassi (di cui saturi 0,74 g)
  • 71,4 g di carboidrati ( di cui zuccheri 0 g)
  • 10 g di fibre
  • 464 mg di potassio
  • 0 g di colesterolo
  • indice glicemico pari a 50

Consumo e uso nelle diete

Della pianta si utilizza il frutto, ovvero una spiga composta da chicchi triangolari di colore bruno-grigio. La granella che si ricava, viene utilizzata sia come ingrediente di insalate e primi piatti, sia per realizzare pasta e pane con farine diverse da quelle di frumento.

Ha un forte potere saziante e anche proprietà dimagranti. Per tale motivo, è particolarmente indicato a coloro che vogliono perdere peso, ma anche ai vegani e ai vegetariani.

Questo perché, necessitano di introdurre nella propria alimentazione molte più proteine per evitare possibili carenze.

Inoltre, è consigliato anche ai diabetici, in quanto ha un indice glicemico basso e la presenza di maggiore quantità di amido rende la digestione più lenta.

Metodi di cottura e ricetta con il grano saraceno

Per cuocerlo, prima di tutto, occorre sciacquarlo sotto acqua corrente, lasciatelo in ammollo per almeno 10 minuti.

Poi, cuocetelo nel doppio del suo volume di acqua (300gr di prodotto in 600ml di acqua), fino a che non si sarà completamente assorbita.

In 20-30 minuti dall’ebollizione sarà cotto. Pronto e perfetto per zuppe e minestre, ma può essere utilizzato anche per arricchire insalate fredde.

Potrebbe interessarti anche: Cereali integrali: i migliori da inserire nella dieta e quelli da evitare

Ricetta pane con grano saraceno

Anche se la farina di grano saraceno viene utilizzata soprattutto nella preparazione dei “pizzoccheri” e della “polenta taragna”, quella che vi proponiamo oggi è la ricetta di un pane gustosissimo.

pane
Pane al grano saraceno (Foto Pixabay)

Ingredienti per il pane di grano saraceno:

  • 500 gr di farina di grano saraceno senza glutine
  • 380 ml di acqua
  • 25 gr di lievito di birra fresco
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di sale fino

Procedimento

Per prima cosa, fate sciogliere il lievito in un po’ di acqua tiepida (mai calda) e il miele.

Poi, prendete una ciotola capiente e versateci la farina di grano saraceno e il lievito sciolto con il miele. Impastate e unite a filo anche il resto dell’acqua.

Lavorate senza fermarvi e aggiungete anche l’olio di oliva e il sale. Quando avrete ottenuto un impasto compatto, versatelo all’interno di uno stampo foderato con carta da forno.

Lasciate lievitare per un paio d’ore nel forno spento. Trascorso il tempo di lievitazione, cuocete in forno già caldo a 180°C per 35-40 minuti.

Togliete dal forno e gustatevelo appena si sarà raffreddato.

Potrebbe interessarti anche: Quante varietà di farine conosci: eccezionali per la cucina, alcune rare

Controindicazioni

Il consumo di grano saraceno, generalmente non è controindicato, ma coloro che seguono una terapia anticoagulante, devono fare attenzione, in quanto questo pseudocereale ha proprietà antiemorragiche.

Ad ogni modo, prima di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, il proprio medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *