Quota 102 nel 2022, i requisiti per avere la pensione anticipata

Come potere usufruire di Quota 102 nel 2022, gli aspetti che bisogna rispettare per quest’anno e quali sono le altre forme per andare in pensione prima del tempo.

Diversi pensionati in fila all'ufficio postale
Diversi pensionati in fila all’ufficio postale (Foto ANSA)

Quota 102 nel 2022, quali sono i requisiti richiesti per potere utilizzare questo percorso allo scopo di andare in pensione quest’anno? Bisogna avere toccato contributi per un minimo di 38 anni, ai quali dovere accompagnare 64 anni minimo di età.

La somma delle due componenti dà come risultato appunto centodue. Per cui ecco già in estrema sintesi come potere usufruire di Quota 102 nel 2022 per potere andare in pensione. La cosa avrà validità per tutto l’anno in corso.

È bene però sapere che usufruire di Quota 102 nel 2022 fornirà un assegno da parte dell’INPS con un importo ribassato. Per chi non dovesse riuscire a soddisfare questi requisiti è prevista invece una pensione sociale dallo Stato. Serve avere toccato una età di 67 anni ed avere un reddito basso, anche senza il numero di contributi richiesto.

Quota 102 nel 2022, i criteri da rispettare e le alternative

L'ingresso di un ufficio postale
L’ingresso di un ufficio postale (Foto ANSA)

E mentre i sindacati attendono l’entrata in vigore della riforma sulle pensioni (in tal senso l’appuntamento è al 2023, n.d.r.) le modalità da potere sfruttare per avere l’accesso anticipato al pensionamento sono rappresentati dall’Ape sociale oppure da Opzione Donna.

L’Ape Sociale scatta a partire dai 63 anni ed è riservato a disoccupati, caregiver, lavoratori affetti da una invalidità riconosciuta di almeno il 74% e lavoratori che svolgano un impiego usurante.

E con contributi che partono da un minimo di 30 anni. Al suo interno, per le donne, c’è l’Ape Rosa, che mette a disposizione la pensione anticipata per le donne che lavorano, con figli e fino a 1500 euro al mese.

Potrebbe interessarti anche: Pensione anticipata, i due modi per ottenerla a meno di 55 anni

Con Opzione Donna invece la pensione anticipata può avere luogo anche con otto o nove anni rispetto al consueto. L’età minima richiesta è di 58 anni per le lavoratrici dipendenti e di 59 anni per quelle autonome, con 35 anni di contributi.

Potrebbe interessarti anche: Aumento delle pensioni, il piano del Governo: maggiorazioni dal 2023

Viene preso in considerazione il metodo di calcolo contributivo, con un taglio medio del 30%. Poi però l’assegno dell’INPS scatterà ad un anno di distanza in ogni caso.

Potrebbe interessarti anche: Pensioni più alte, può averle chi trasloca in queste Regioni

Infine la consueta pensione di vecchiaia richiede come requisiti il raggiungimento dei 67 anni di pensione e dei 20 di contributi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd