Masticare i semi di ortica: benefici, proprietà, controindicazioni

Sapevate che masticare i semi di ortica ha effetti benefici sull’organismo? Ecco perché farlo e quali sono i vantaggi di questo semplice gesto.

Benefici semi ortica
Pianta di ortica (Pixabay)

L’ortica è una pianta ampiamente utilizzata nella medicina tradizionale, che permette di curare in modo naturale numerosi disturbi: non tutti sanno, però, che anche masticare i suoi semi fa bene alla salute. Scopriamo insieme perché dovremmo introdurre questa pratica nella nostra routine.

Masticare i semi di ortica: tutti i benefici

L’ortica è una pianta spontanea dalle numerose proprietà terapeutiche e depurative.

Ortica
Ortica (Pixabay)

Nella medicina tradizionale, in particolare, veniva impiegata come diuretico e astringente, oltre che per il mal di gola e la salute del cavo orale.

Questa pianta è ricca di sostanze benefiche, tra cui rientrano:

  • Antiossidanti, come i flavonoidi;
  • Sali minerali, tra cui in particolare calcio, sodio e potassio;
  • Vitamine.

Alleviano i disturbi urinari

Masticare i semi di ortica fa bene alla salute delle vie urinarie.

Questa semplice abitudine, infatti, permette di contrastare i sintomi di fastidiose infiammazioni, come la cistite, attenuando il bruciore e la difficoltà ad urinare, riuscendo a svuotare completamente la vescica.

Inoltre, si tratta di una pratica che permette di prevenire l’insorgenza di calcoli renali.

Hanno un effetto ricostituente

Masticare i semi di ortica è particolarmente indicato per chi è reduce da periodi di convalescenza, malattia e stress psicofisico.

Infatti, le sostanze contenute in questa pianta esercitano un’azione rinvigorente ed energizzante.

Potrebbe interessarti anche: Masticare i semi di coriandolo: tutti i benefici sulla salute

Combattono l’anemia

Infine, masticare i semi di ortica è particolarmente utile per chi rischia di sviluppare l’anemia derivante dalla carenza di ferro.

Solitamente, il deficit di questa sostanza tende a manifestarsi con una serie di segnali, tra cui:

  • Pallore;
  • Debolezza;
  • Perdita di appetito e calo di peso.

Per questo, essendo un’ottima fonte di ferro, i semi di ortica dovrebbero essere inseriti nell’alimentazione di chi è affetto da carenza di emoglobina e di globuli rossi nel sangue.

Potrebbe interessarti anche: Masticare i semi di borragine: proprietà, benefici, controindicazioni

Masticare i semi di ortica: controindicazioni ed effetti collaterali

In quali casi bisognerebbe evitare di masticare i semi di ortica, per non incorrere in spiacevoli effetti collaterali?

Ortica
Ortica (Pixabay)

Nel caso in cui si sia allergici a una o più sostanze in essi contenute, o se assunti in dosi eccessive, questi alimenti possono causare:

  • Nausea;
  • Diarrea;
  • Prurito.

Inoltre, l’uso dell’ortica è sconsigliato nel caso di persone con meno di 12 anni, donne in gravidanza e durante l’allattamento.

Infine, chi soffre di ritenzione idrica causata da funzionalità renale o cardiaca compromessa dovrebbe evitare di masticare i semi di questa pianta.

In linea di massima, in ogni caso, è raccomandabile a chiunque chiedere il parere del proprio medico prima di introdurre questa pratica nella propria quotidianità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *