Somnifobia: paura nell’addormentarvi? Potreste soffrire di questa fobia

Se quando è il momento di andare a letto e provate una profonda paura nell’addormentarvi, potreste soffrire di Somnifobia. Ecco cos’è e i suoi sintomi

Mano lenzuolo (Pexels)
Mano lenzuolo (Pexels)

Dopo una giornata stancante e faticosa, quando arriva il momento tanto atteso di riposarsi ed andare a letto, non tutti riescono a goderselo come si dovrebbe. Il rilassarsi dolcemente tra le lenzuola pulite e soffici, magari pensando un’ultima volta alle cose da fare, o a quelle che si sono già portate a termine, per poi cadere tra le braccia di morfeo non è un’attività amata da tutti.

Per alcune persone è un vero incubo ad occhi aperti. La mente inizia a viaggiare percorrendo strade angoscianti. Terrore, agitazione, palpitazioni, sudare freddo sono solo alcune delle sensazioni che potrebbero provare chi ha la Somnifobia, ovvero la paura di addormentarsi. Ecco che cos’è e quali sintomi manifesta chi ne soffre.

Potrebbe interessarti anche: La tecnica militare per dormire subito e bene e sentirsi riposati

Somnifobia: paura di addormentarsi

Se si ha paura di dormire si potrebbe soffrire di somnifobia (Pexels)
Se si ha paura di dormire si potrebbe soffrire di somnifobia (Pexels)

Non tutti, quando giunge il momento di coricarsi a letto, vivono bene questo momento. Se per alcuni è il tanto atteso riposo e in pochi secondi riescono a cadere tra le braccia di morfeo, per altri è una vera e propria tortura. Queste persone provano una persistente e irrazionale paura di addormentarsi.

Questo timore ha un nome e chi lo manifesta potrebbe soffrire di Somnifobia, ovvero la paura di addormentarsi. Si manifesta con la paura di perdere il controllo, di credere che nel sonno si potrebbe morire o confondere gli incubi che si fanno con qualcosa che potrebbe realmente accadere.

Potrebbe interessarti anche: Prendere sonno è difficile? Ecco un trucco in soli 5 minuti

Le cause che si nascondono dietro a questa fobia non sono ancora chiare, però si pensa che possano essere legate ad altri disturbi, come ad esempio incubi notturni, sonnambulismo o insonnia. Potrebbero anche esserne un fattore scatenante dei traumi vissuti durante l’infanzia.

I sintomi che si manifestano sono principalmente come quelli di quando si soffre di qualsiasi fobia: attacchi di panico, nausea, sudorazione eccessiva, angoscia, cambio repentino dell’umore. Nei bambini si potrebbero anche verificare episodi di pianto e fare capricci per non andare a letto.

Potrebbe interessarti anche: Quanto bisognerebbe dormire dopo i 40 anni? Lo svela la scienza

Come le altre fobie, nel caso in cui si sente un disagio nella vita di tutti i giorni o facciano provare un persistente senso di malessere consultare subito uno specialista, che può consigliarvi il miglior modo di agire per poter risolvere il vostro problema.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *