La pizza margherita nasconde un pericolo per la salute: i dettagli

La pizza margherita, tanto amata e tanto consumata, nasconde un pericolo per la nostra salute, ecco di che cosa si tratta.

Pizza margherita (Pixabay)

La pizza margherita è di sicuro il cibo preferito dagli italiani. Questa prelibatezza della cucina italiana ha origini napoletane, è nata dalle mani di Raffaele Esposito, che la preparò con pomodoro, mozzarella e basilico per la Regina Margherita. Da quel momento questo divenne il suo piatto preferito e in poco tempo si diffuse in tutta Italia e in tutto il mondo.

Moltissime persone sono amanti della pizza. Dalla pizza margherita si può passare a tanti altri ingredienti per condirla e ad oggi le pizze che si possono fare sono davvero tantissime. Non solo per quanto riguarda il condimento, ma anche per l’impasto ci sono diverse scelte e diverse soluzioni. Tuttavia, gli studiosi hanno dato una bruttissima notizia, ovvero che in questa pizza c’è un pericolo per la nostra salute.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Glicemia alta a 40 anni: come comportarsi con la pizza

Diciamo subito che sono presenti dei nutrienti importanti e benefici, ma purtroppo c’è qualcosa che potrebbe mettere a rischio la salute delle persone e creare delle patologie molto gravi. Vediamo qui di seguito di che cosa si tratta nella precisione.

Pizza margherita: il pericolo per la nostra salute

piatto tradizione longevità
Pizza (Pixabay)

Se da una parte la pizza possiede molte sostanze nutritive in grado di fornirci energia, dall’altra ha anche una componente molto pericolosa. Si tratta del sodio. Una pizza margherita da 300 grammi contiene 2 grammi di sodio. Gli studiosi fanno sapere che questa quantità è proprio quella che ogni persona dovrebbe assumere ogni giorno. Una quantità da non superare se non si vuole andare incontro a infarto e ictus.

Naturalmente, una persona nel corso della sua giornata non mangerà solamente la pizza, ma mangerà altro negli altri pasti. Ecco che allora la quantità di sodio andrà ben oltre il limite consigliato e questo alza di molto il rischio per la salute. Infatti, il sodio, il sale, aumenta la pressione sanguigna e questo mette in pericolo l’organismo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Pressione alta: per abbassarla gli esperti consigliano questi frutti

Dunque, è sempre opportuno affidarsi ad un nutrizionista che possa valutare le condizioni di salute di una persona e suggerire i cibi da consumare e le varie quantità da distribuire nel corso della giornata e della settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *