Eliminare la muffa dalla guarnizione della lavatrice senza fare danni

Eliminare la muffa dalla guarnizione della lavatrice, un’operazione necessaria per la vostra salute e la durata dell’elettrodomestico.

muffa nella guarnizione della lavatrice
Muffa nella guarnizione della lavatrice (Foto ScreenYouTube)

L’umidità e la mancanza di ventilazione sono due fattori determinanti per la comparsa della muffa. Questi due fattori purtroppo, possono attaccare la lavatrice e generare della muffa.

Molto spesso, ciò si verifica quando dopo averla svuotata alla fine di un ciclo, lo sportello viene subito richiuso e passa molto tempo prima di fare un altro lavaggio e riaprilo.

Questo circolo purtroppo causa la formazione di un agglomerato di miceli, comunemente chiamati muffa. Vediamo, quindi come eliminare la muffa dalla guarnizione della lavatrice.

Eliminare la muffa dalla guarnizione della lavatrice

Per eliminare la muffa dalla guarnizione della lavatrice occorre intervenire in modo risolutivo ed efficace, prima che attacchi ovunque.

Lavatrice
Lavatrice (pixabay-antonio_cansino)

Le muffe sono organismi pluricellulari infestanti appartenenti al gruppo dei miceti, nascono in condizioni favorevoli, ad esempio in case in cui si riscontra umidità di risalita. Attaccano di tutto: dagli alimenti agli utensili, dai mobili ai tessuti, dalla carta da parati agli elettrodomestici.

In particolare, attaccano gli elettrodomestici che funzionano con acqua oppure vapore, tra cui soprattutto frigoriferi, lavastoviglie, lavatrici e asciugatrici.

Tra tutti questi appena elencati, la lavatrice è forse l’elettrodomestico maggiormente interessato dal problema delle muffe.

La parte di questo elettrodomestico, più colpita dalla muffa, sono le guarnizioni, ovvero strutture in gomma fornite di anse interne (difficilmente raggiungibili per la pulizia) dove si accumulano residui di acqua (tra l’altro sporca) derivanti dai lavaggi.

Il ristagno di quest’accumulo di acqua, favorisce la proliferazione delle muffe, poiché, a livello delle anse in plastica, presenti nelle guarnizioni c’è:

  • assenza di luce;
  • elevata percentuale di umidità;
  • temperature superiori a quelle ambientali.

Perciò, in presenza di muffa nelle guarnizioni della lavatrice, occorrerà intervenire tempestivamente, in quanto maggiore è il tempo di permanenza delle spore infestanti e più difficile è la loro rimozione totale. Scopriamo, quindi come eliminare la muffa dalla guarnizione della lavatrice.

Procedimento

Immergete un panno o asciugamano in una miscela di candeggina e acqua tiepida (in parti uguali). La funzione della candeggina è quella di uccidere le spore per rottura delle loro membrane cellulari che, essendo estremamente resistenti, hanno bisogno di un’azione drastica.

Lasciate che il panno assorba quanto più soluzione. Dopodiché eliminate l’acqua in eccesso strizzandolo.

Poggiate, il panno all’interno delle anse della guarnizione e lasciate agire per almeno un’ora. Trascorso il tempo prestabilito, se asportando l’asciugamano dall’intercapedine, la muffa risulterà morbida e idratata, l’intervento è sicuramente riuscito.

Prendete, poi, uno spazzolino e strofinate la plastica per togliere gli eventuali residui di muffa. Fatto questo, procedete con un lavaggio a vuoto a temperatura di 60° C, versate direttamente nel cestello 2 bicchieri di aceto bianco, mescolati con 2 cucchiai di bicarbonato di sodio.

Terminato il ciclo di lavaggio a vuoto, potete terminare l’operazione passando con un panno imbevuto di candeggina, su tutta la superficie del cestello.

Da questo momento lasciate la lavatrice aperta per almeno un giorno senza effettuare bucati.

Infine, per eliminare la muffa dalla guarnizione della lavatrice ed esserne proprio certi che non ne resti nemmeno un minimo, basterà illuminare il cestello per qualche ora, utilizzando una pila.

Tale pila, grazie alle radiazioni luminose, concluderà l’azione igienizzante nella vostra lavatrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *