Gli effetti benefici del cacao sulla pressione sanguigna

Uno studio americano ha voluto testare gli effetti benefici del cacao sul nostro organismo: tra questi quello di abbassare notevolmente la pressione sanguigna.

Cacao fa bene
Cacao (Pixabay)

Gli articoli più letti di oggi:

Il cacao abbassa davvero la pressione sanguigna? Secondo alcuni studiosi, sembrerebbe di sì in virtù delle sue proprietà benefiche e tranquillanti in grado di stabilizzare anche la pressione arteriosa. La parola agli esperti.

Il cacao abbassa la pressione sanguigna? Tutto quello che c’è da sapere

In passato hanno già dimostrato che i flavanoli del cacao abbassano la pressione sanguigna e la rigidità delle arterie quanto alcuni farmaci per la pressione sanguigna. Tuttavia, l’efficacia dei flavanoli nella vita di tutti i giorni nel ridurre la pressione sanguigna è rimasta sconosciuta, poiché gli studi precedenti in questo campo sono stati condotti in ambienti sperimentali strettamente controllati.

Cacao contro pressione alta
Cacao (Pexels)

La nuova ricerca del Surrey riduce i timori che il cacao come trattamento per l’aumento della pressione sanguigna possa comportare rischi per la salute, in quanto riduce la pressione sanguigna quando non è aumentata, aprendo la strada a un suo potenziale utilizzo nella pratica clinica.

Lo studio sulle proprietà benefiche del cacao

Nel primo studio di questo tipo, i ricercatori si sono posti l’obiettivo di indagare l’uso dei flavanoli, un composto presente nel cacao, per abbassare la pressione sanguigna e la rigidità arteriosa in individui al di fuori di contesti clinici.

Christian Heiss, professore di medicina cardiovascolare presso l’Università del Surrey, ha dichiarato:

“L’ipertensione e la rigidità arteriosa aumentano il rischio di malattie cardiache e ictus, quindi è fondamentale studiare modi innovativi per trattare queste condizioni.”

Prima di prendere in considerazione l’introduzione del cacao nelle pratiche cliniche, dobbiamo verificare se i risultati precedentemente riportati in laboratorio si traducono in modo sicuro nel mondo reale, con le persone che vivono la loro vita quotidiana.

I risultati del test

Per diversi giorni, undici partecipanti sani hanno consumato, a giorni alterni, sei capsule di flavanolo del cacao o sei capsule placebo contenenti zucchero di canna. I partecipanti sono stati dotati di un misuratore della pressione arteriosa nella parte superiore del braccio e di una clip da dito per misurare la velocità dell’onda del polso (PWV), che misura i livelli di rigidità arteriosa.

Le misurazioni della pressione sanguigna e della PWV sono state effettuate prima dell’assunzione delle capsule e ogni 30 minuti dopo l’ingestione per le prime tre ore. Quindi ogni ora per le restanti nove ore. I ricercatori hanno scoperto che la pressione sanguigna e la rigidità arteriosa si riducevano nei partecipanti solo se era alta. Mentre non c’era alcun effetto quando la pressione sanguigna era bassa al mattino.

È significativo che per la prima volta siano stati individuati effetti anche otto ore dopo il consumo di cacao. I ricercatori ritengono che questo secondo picco possa essere dovuto al modo in cui i batteri dell’intestino metabolizzano i flavanoli del cacao.

Il professor Heiss ha aggiunto: “L’impatto positivo dei flavanoli del cacao sul nostro sistema cardiovascolare, in particolare sulla funzione dei vasi sanguigni e sulla pressione sanguigna, è innegabile.” I medici spesso temono che alcune compresse per la pressione sanguigna possano ridurla troppo in alcuni giorni.

Quello che i ricercatori hanno scoperto indica che i flavanoli del cacao riducono la pressione sanguigna solo se è elevata. Il lavoro con le tecnologie sanitarie personali dei partecipanti ha mostrato quanto la pressione sanguigna e la rigidità arteriosa possano variare da un giorno all’altro. Dimostra inoltre il ruolo dei monitor sanitari personali nello sviluppo e nell’attuazione di una cura personalizzata efficace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.