Quanto a lungo si conserva il caffè della moka? Modalità e tempi di conservazione

Il caffè è tra le bevande più amate in tutto il mondo: quanto a lungo si conserva la miscela della moka? Ecco cosa sapere a riguardo.

Caffè moka
Caffè moka (Canva)

Sappiamo bene che in cucina la qualità delle materie prime è essenziale per ottenere un prodotto finale gustoso e saporito. Il caffè, naturalmente, non fa eccezione. C’è chi, da vero amante della tradizione, lo prepara rigorosamente ed esclusivamente con la moka: in questo caso, è indispensabile sapere come e quanto a lungo si conserva la miscela di caffè. Scopriamo insieme le modalità di conservazione ideali per mantenere intatto il gusto di questa bevanda.

Miscela di caffè della moka: quanto a lungo si conserva?

Cialde e capsule sono ormai entrate di diritto nella nostra dispensa: attraverso comodi macchinari, infatti, è possibile preparare in modo facile e veloce un caffè ugualmente gustoso.

Caffè
Chicchi di caffè (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Non mancano, però, coloro che si dedicano alla preparazione del caffè nel modo più classico che ci sia: usando la moka. Spesso si tende a fare scorta di pacchi di miscela per averne sempre a sufficienza. La domanda a cui bisogna rispondere, però, è: quanto a lungo si conserva il caffè della moka?

Si tratta di una questione importante, non solo perché ci permette di mantenere la miscela fresca, facendo sì che conservi tutto il suo irresistibile gusto, ma anche in termini di salute.

Conservare in modo corretto il caffè, infatti, impedisce che l’umidità possa danneggiare il prodotto, causandone il deterioramento. In realtà, non esistono tempi di conservazione univoci, perché molto dipende dalla tipologia di miscela e dalla sua modalità di preparazione.

In linea di massima, comunque, il caffè dovrebbe essere consumato nell’arco di 2 o 3 settimane dall’apertura della confezione. Quanto a lungo si conserva, invece, il caffè della moka una volta preparato? Questa bevanda può essere consumata entro 2 giorni e, nel frattempo, va tenuta in frigorifero.

Conservare correttamente il caffè: trucchi e consigli

Ora che sappiamo i tempi di conservazione della miscela per la moka, scopriamo alcuni accorgimenti da mettere in pratica, che ci aiuteranno a preservarne il gusto e l’aroma.

In primo luogo, una volta aperta la confezione, l’ideale sarebbe trasferire il prodotto all’interno di un contenitore con chiusura emetica, in modo che la polvere di caffè non entri a contatto con aria e umidità, che potrebbero comprometterne le proprietà organolettiche.

Il recipiente, a sua volta, andrebbe posto in un luogo fresco, asciutto e non direttamente esposto alla luce.

Infine, il miglior consiglio rimane quello di munirsi di macinacaffè e chicchi di caffè, da tritare autonomamente all’occorrenza: con il passare dei giorni, infatti, il profumo e il sapore della miscela tendono irrimediabilmente ad affievolirsi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *