Bonus Stufa, i vantaggi enormi: come fare per averlo

In che cosa consiste il Bonus Stufa e perché sarebbe molto conveniente approfittare degli incentivi che mette a disposizione: farà risparmiare moltissimo sul gas.

Una stufa in funzione
Una stufa in funzione (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI OGGI:

Bonus Stufa, ci sono tanti vantaggi che questa misura comporta. E che bisognerebbe proprio sfruttare, dal momento che la bolletta del gas per tutto il 2022 si attesterà su livelli molto alti. Tali da rendere indispensabili le proroghe e le ulteriori agevolazioni a famiglie ed imprese comunicate all’interno dell’ultimo Decreto Aiuti bis.

Per il gas si potrà continuare ad usufruire del bonus sociale, che comporta uno sconto applicato direttamente nella bolletta stessa. Oltre a vedere azzerati gli oneri di sistema, che pesano per il 22% quasi sull’importo da pagare. E c’è anche l’abbassamento dell’Iva al 5%. Senza tali interventi il costo da pagare sarebbe stato enorme, di gran lunga superiore al 100% rispetto ad un anno fa. Ben vangano quindi alternative come il Bonus Stufa.

Grazie al quale potremo riscaldarci ed al tempo stesso risparmiare nel corso del prossimo inverno, durante il quale le riserve di gas per l’Italia potrebbero conoscere delle anomalie. I motivi sono ben noti a tutti e quel che è importante è che il nostro Paese stia prendendo le giuste contromisure per non doversi trovare costretto ad affrontare delle emergenze. Il Bonus Stufa serve proprio a questo.

Bonus Stufa, come fare per averlo

Una stufa accesa
Una stufa accesa (Pixabay)

Si tratta di un incentivo che consente di ottenere delle agevolazioni fiscali allo scopo di abbandonare in pratica i classici riscaldamenti a gas costituiti dall’impiego dei termosifoni per passare invece alle stufe a pellet, a legna od al particolato. Sono quelle di grandi dimensioni, spesso a parete e che in questi casi, dal loro aspetto, possono proprio ricordare dei camini. Ma ce ne sono di diversi tipi.

Tale bonus è più a carattere regionale ed infatti presenta delle variazioni di zona in zona. Per esempio, in Veneto è possibile installare queste stufe se si rispetta il criterio costituito da un reddito massimo di 50mila euro. Tale limite può cambiare in altre Regioni che eventualmente adotteranno a loro volta questa misura.

Per ottenere la copertura del bonus bisogna presentare apposita domanda consultando il sito web della Regione dove si risiede. Riferimenti ulteriori possono esserci anche su quelli del proprio Comune di residenza, fermo restando che è possibile richiedere ulteriori informazioni ad un Patronato Caf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.