Perché l’orchidea non fiorisce, i problemi più comuni e come risolverli

Quali possono essere le cause alla base di ciò: perché l’orchidea non fiorisce e cosa possiamo fare allo scopo di porre fine a questo antipatico inconveniente che potrebbe colpire i nostri fiori.

Terriccio in un vaso
Terriccio in un vaso (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Perché l’orchidea non fiorisce? Tante possono essere le cause di questo spiacevole accadimento, nonostante le tante cure che abbiamo prestato ai nostri fiori. Il periodo che va tra tra una fioritura e l’altra dura all’incirca un mese ma potrebbe capitare che a questo non faccia seguito la formazione di tutto quanto serve per vedere di nuovo sbocciare l’orchidea.

Anche a seconda della varietà, potrebbe esserci una spiegazione ben specifica in relazione al nostro problema. Ad esempio, il perché l’orchidea non fiorisce potrebbe essere spiegato con una mancanza della giusta quantità di luce che serve alla pianta per effettuare il processo necessario a sintetizzare le energie che le servono.

Il perché l’orchidea non fiorisce si spiega così, nella maggior parte dei casi, per quanto riguarda le tipologie Oncidium, e Cattleya, ma anche per diverse altre. A queste serve anche della luce artificiale in alcune situazioni. Inoltre è vero anche il contrario, e cioè che l’esposizione diretta ai raggi potrebbe nuocere alla pianta.

Perché l’orchidea non fiorisce? Come si fa per farle rifiorire

Il petalo di una orchidea visto da vicino
Il petalo di una orchidea visto da vicino (Pixabay)

Per cui, specialmente nel corso del periodo estivo, quando fa molo caldo, è bene tenere le orchidee in penombra nelle ore centrali della giornata, in relazione alla presenza del Sole. Dalle 11:00 alle 16:00 è bene tenere le piante riparate all’ombra. Ad ogni modo, della quantità di luce assimilata dalle nostre orchidee ci possiamo accorgere osservando le sue foglie.

Se le stesse sono di colore verde molto scuro, significa che la luce solare assorbita è stata troppo poca. Se sono tra il giallo ed il verde chiari invece hanno preso troppa illuminazione. Inoltre bisogna osservare anche le radici, che possono essere danneggiate sia da una mancanza di corretta irrigazione che da un eccesso nell’innaffiarle.

Senza considerare che, in alcuni casi, il rinvaso può essere contraddistinto da alcuni errori dei quali potremmo non accorgerci. Come ad esempio mettere più fiori all’interno dello stesso contenitore, in uno spazio però non sufficiente. Cosa che mette a dura prova la capacità delle piante di assorbire le giuste energie. Perciò servirà notare questi aspetti per cercare di intervenire nella maniera più appropriata e risolvere questo inconveniente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.