Come richiedere il Bonus Musica e cosa detrarre: come averlo

Bonus Musica, cosa è richiesto allo scopo di ottenere un ottimo vantaggio economico e quali sono i requisiti necessari. Lo puoi avere in questo modo.

Un sassofono su uno spartito musicale
Un sassofono su uno spartito musicale (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Bonus Musica, chi può richiedere l’agevolazione che riguarda uno specifico ambito di spesa ed in che cosa consiste questa misura, che fa parte del ricco ventaglio di provvedimenti di natura economica inseriti all’interno del Decreto Aiuti?

La platea di riferimento è alquanto ampia e richiede il rispettare determinati parametri allo scopo di potere essere ritenuti idonei. Il Bonus Musica può arrivare a fornire uno sconto sotto forma di detrazione Irpef fino ai mille euro. Sono poi richiesti altri aspetti ben specifici.

Per potere usufruire del Bonus Musica, come detto, ci sono dei requisiti richiesti all’interno dei quali occorre rientrare. Altrimenti non si potrà beneficiare dei fondi messi a disposizione dallo Stato per ciascuna famiglia. Due sono in particolare gli aspetti da tenere a mente.

Bonus Musica, cosa detrarre ed i requisiti per averlo

Uno spartito musicale
Uno spartito musicale (Pixabay)

Anzitutto occorre avere a carico dei figli, non importa se naturali, adottivi od affidati, che abbiano una età compresa tra i 5 ed i 18 anni. E poi è richiesto un ricavo annuo che non superi i 36mila euro e che sia certificabile dall’ultimo ISEE disponibile. Essendo questo il Bonus Musica, i figli in questione devono anche frequentare una scuola di musica oppure uno o più corsi.

Lo sconto previsto in materia di Irpef è del 19% su un totale di mille euro spesi, come precedentemente detto. E si applica, per ogni singolo beneficio Irpef di massimo 190 euro per l’iscrizione o l’abbonamento a:

  • conservatorio musicale;
  • scuole di musica iscritte nei registri regionali;
  • cori, scuole di musica o bande riconosciute da una pubblica amministrazione;
  • istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica (Afam);

I pagamenti descritti devono avvenire esclusivamente in modalità tracciabili, e quindi tramite carte di credito, di debito o prepagate, con assegno bancario, assegno postale od assegno circolare e con versamento bancario, postale o con bonifico. La detrazione va inserita nel modello 730/2022 al Quadro E “Oneri e spese”, ai righi che vanno da E8 d E10, con il codice 45. Con una spesa ripartita su più persone, bisogna indicare per ognuno sui documenti di spesa la rispettiva quota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.