Come lavare verdura a foglia con e senza centrifuga

Lavare la verdura è fondamentale se non si vuole incorrere in spiacevoli sorprese, ecco quindi come pulire la lattuga con e senza centrifuga per risultati ottimi.

lavare lattuga
Lavare lattuga (Pexels)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Le insalate in busta, la lattuga romana e gli spinaci sono stati spesso protagonisti di richiami alimentari negli ultimi anni. Purtroppo, i campi di verdure a foglia sono facili bersagli per la contaminazione del batterio E. coli a causa della vicinanza ad allevamenti di animali, di pratiche di irrigazione non sicure, di errori di compostaggio e altro ancora.

Lavare bene la verdura a foglia non serve ad eliminare i patogeni gravi, tuttavia il lavaggio delle verdure è una buona pratica per la sicurezza alimentare se non sono già state prelavate. Riduce, infatti, il rischio di consumare sporcizia, compresi anche gli insetti, pesticidi o altri contaminanti associati alle verdure durante la raccolta, il trasporto o la manipolazione.

Se si ha acquistato verdure in busta con l’etichetta “già lavata” o “pronta all’uso”, significa che sono già state pulite. Non è necessario quindi ricorrere alle seguenti istruzioni per lavare l’insalata. In tutti gli altri casi, invece, sia che si abbia raccolto le verdure dall’orto, sia che le si abbaia acquistate al mercato o supermercato, risulta necessario fare determinati passaggi.

Lavare la verdura a foglia: metodo con e senza centrifuga

come lavare insalata
Tagliere insalata (Pexels)

Lavare l’insalata con una centrifuga

Poiché rende la preparazione dei pasti molto più semplice ed efficiente, una centrifuga per insalata vale un posto sicuro in cucina. Per lavare la verdura a foglie con questo utensile ci sono vari passaggi da seguire:

  1. Riempire una grande ciotola con acqua fredda;
  2. Rimuovere le foglie esterne danneggiate e, con un coltello tagliare l’estremità;
  3. Separare le foglie, lasciarle nella ciotola d’acqua e farle mescolarle intorno alla ciotola per rimuovere eventuali tracce di sporco o sabbia;
  4. Lasciare le verdure in ammollo per circa 2 minuti;
  5. Tirare via le foglie dall’acqua e dare loro un’ultima occhiata: se si notano ancora pezzi di granulosi, cambiare l’acqua nella ciotola e lavare di nuovo il mazzo;
  6. Mettere le foglie lavate nello scolapasta per insalata, riempiendolo al massimo per metà per ogni partita. Mettete il coperchio e centrifugare le foglie;
  7. Svuotare l’acqua dalla ciotola e ripetere l’operazione con le foglie rimanenti;
  8. Su un canovaccio pulito o su un paio di strati di carta assorbente, disporre le foglie lavate e centrifugate. Tamponare poi per asciugarle.

Lavare l’insalata senza centrifuga

Se non si dispone di una centrifuga per insalata, non s’è nessun problema. Infatti basta seguire i passaggi da 1 a 5 e poi mettere le foglie lavate in uno scolapasta invece che in una centrifuga, dove vanno lasciate a scolare per un po’ di tempo. In ogni caso poi, la verdura in fogli ava conservata in apposito contenitore o sacchetto riposto in frigorifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.