Al ristorante attenzione a questa spesa extra: è davvero legale?

Al ristorante attenzione a questa spesa extra: è davvero legale? Capiamo quali sono le leggi in merito per non essere ingannati

Spesa extra ristorante
Ristorante (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI->

Il ritorno dalla ferie è ormai avvenuto per tutti. Anche coloro che hanno scelto di fare la vacanza in “contro-tendenza” ormai saranno tra poco di ritorno. E se il ritorno vi butta giù o vi spaventa, non c’è da preoccuparsi. E d’accordo che il male degli altri non dovrebbe farci piacere ma è famoso il detto che sostiene che un male condiviso è un male a metà. Quindi non dobbiamo spaventarci: quest’umor nero di tendenza è ben condiviso da molti ed è del tutto normale.

Dobbiamo dare al nostro cervello la possibilità di riabituarsi alla routine.  Ovviamente non possiamo aspettare in maniera passiva, ma c’è bisogno pian piano di aiutarlo in questo percorso. Potremmo, per esempio, fare delle cose che ci piacciono più soft, concederci qualche coccola.

Ad esempio, possiamo concederci qualche pranzo o cena fuori, nel nostro ristorantino preferito.

Al ristorante attenzione alle spese extra: ma sono legittime?

Coperto cos'è
Seduti al ristorante (Pixabay)

Eccoci, finalmente, per ripartire, ci siamo regalati una cenetta in un ristorante che ci piace tanto. Magari quel posto al centro, che fa dei piatti da leccarsi i baffi. Ovviamente, non ci dimentichiamo il momento e rimaniamo consapevoli che, va bene coccolarsi, ma senza eccedere. In un momento in cui la vita è cara, le attenzioni non sono mai abbastanza.

Per questo motivo, quando arriva il conto c’è una sorpresa un po’ amara. Infatti, sullo scontrino, campeggia una spesa non prevista che fa lievitare il conto. Si tratta del famigerato, coperto, un’unica voce per indicare tutto quel che è sul tavolo che non è cibo: posate, tovaglia, pane.

Ma è una spesa legale? In merito non ci sono leggi specifiche, quindi ogni regione e ogni commerciante si gestisce in modo proprio. Per esempio per un periodo di tempo i ristoratori della capitale facevano pagare il pane a parte: peccato che il pane sia una voce come un’altra che rientra nella categoria di coperto.

Ma noi siamo tenuti a pagare la cifra? Se la cosa è dichiarata sul menù, in qualsiasi parte del menù, la risposta è sì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.