Pensioni news, due categorie rischiano di perdere l’assegno mensile

Ci sono alcuni aventi diritto che potrebbero essere concretamente esposti a cattive notizie: Sulle pensioni news ed aggiornamenti recenti mettono in guardia gli interessati da questo brutto pericolo.

Delle banconote e delle monete in euro
Delle banconote e delle monete in euro (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Pensioni, news decisamente non buone in arrivo per una certa categoria di cittadini che ricevono il consueto cedolino mensile da parte dell’INPS. Infatti due categorie di fuoriusciti dal lavoro e che hanno maturato il diritto ad ottenere un sostegno economico periodico per mano dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale sono esposti ad un brutto rischio.

Riguardo alle pensioni news cattive ed aggiornamenti per nulla lieti riferiscono che le sopracitate categorie di pensionati potrebbero essere coinvolti in una situazione per niente bella. La cosa riguarda la possibilità di potere perdere il proprio assegno previdenziale. 

In uno di questi casi la responsabilità di tutto ciò può essere addossata direttamente al percettore di pensione. Infatti una mancanza ben specifica rischia proprio di portare delle cosiddette “bad news”, con la riduzione dell’importo percepito oppure addirittura con la revoca.

Pensioni news, chi rischia di perdere l’assegno dell’INPS

Il logo dell'INPS
Il logo dell’INPS (Foto Inps)

Se i pensionati non presentano i propri dati reddituali che riguardano gli anni precedenti entro i tempi stabiliti, ecco che potrebbe scattare questo provvedimento estremo da parte dell’INPS. Il termine ultimo è fissato al 15 settembre e bisogna esibire tutta la documentazione relativa. Chi è inadempiente può andare incontro a tale misura severissima.

Chi ha una pensione legata al reddito (integrazione al trattamento minimo, pensione ai superstiti e maggiorazione sociale) corre questo pericolo in caso di mancata presentazione dei dati sul reddito del biennio 2017-2018. Le pensioni integrate al minimo subiscono una trattenuta di 14 euro e quelle per prestazioni di importo superiore avranno una trattenuta del 19%.

Per essere in regola occorre compilare il modello RED, da caricare poi sul sito web ufficiale dell’INPS. Un Patronato CAF oppure il centralino di assistenza dell’Istituto Previdenziale potranno essere di aiuto a chiunque sia convolto in questa situazione. I numeri da chiamare sono i seguenti:

  • 803 164 per rete fissa;
  • 06 164 164 per rete mobile ed a pagamento;

Infine c’è anche un’altra categoria che rischia di perdere il beneficio mensile. Si tratta di chi ha almeno 67 anni di età e possiede un reddito di almeno 6.085, 30 euro se single o di 12.170,60€ se coniugati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.