Spesa al supermercato, come mai non trovi mai queste due cose

Ci sono dei motivi ben precisi in merito alla assenza perenne di due fattori quando andiamo a fare la spesa al supermercato ed in altri punti vendita. Non ci avete mai pensato.

Una corsia di supermercato
Una corsia di supermercato (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Spesa al supermercato, oppure al discount od al negozio di alimentari sotto casa. Un appuntamento imprescindibile al quale, almeno una volta alla settimana, non manchiamo mai. L’acquisto di beni di prima necessità è un qualcosa che non si può rimandare.

E si sa che occorre una attenzione particolare più che mai in questo periodo per compiere la spesa al supermercato. Infatti i prezzi hanno subiti tutti quanti dei grossi rincari. Anche le merci di importanza non prioritaria mostrano ora degli aumenti, per colpa della crisi energetica e di quella produttiva, che è contrassegnata da ulteriori rincari per quanto riguarda i materiali necessari per produzione e confezionamento dei beni.

C’è anche un aspetto che mostra una curiosità ben specifica che riguarda il fare la spesa al supermercato e negli altri punti vendita preposti. E che non è legata alla situazione legata a crisi, inflazione e quant’altro. Vi siete mai chiesti come mai non ci siano finestre ed orologi?

Spesa al supermercato, la spiegazione sull’assenza di orologi e finestre

Uno spazio del supermercato visto dall'alto
Uno spazio del supermercato visto dall’alto (Pixabay)

La spiegazione è semplice, ed in realtà i motivi sono due. Anzitutto ogni parete torna utile per essere occupata da uno scaffale sul quale esporre della merce, anziché piazzarci una finestra od un orologio a parete. Ma soprattutto, il non utilizzo ad aperture a muro ed a strumenti per la misurazione del tempo è dettato da una specifica necessità da parte degli stessi punti vendita.

Questo avviene per fare in modo che i clienti presenti all’interno dell’esercizio smarriscano quella che è la concezione del tempo. In tal modo si punta a prolungare la loro permanenza all’interno degli stessi, e quindi anche la probabilità che le persone spendano di più.

Anche se si tratta di una strategia alquanto fine a sé stessa, perché ormai la diffusione degli orologi è aumentata in maniera esponenziale grazie agli smartphone. Ognuno ne ha sempre uno con sé, e la prima cosa che si vede all’attivazione di un telefonino è proprio l’indicazione dell’orario attuale sullo schermo.

Riguardo alle finestre poi, la loro assenza presenta un ulteriore motivo, legata al fatto che la esposizione continua alla luce del sole per diverse ore ogni giorno potrebbe arrecare dei danni a certi tipi di merce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.