Il cervello degli uomini si rimpicciolisce dopo la nascita del primo figlio

Uno studio scientifico ha svelato che con la nascita del primo figlio, il cervello degli uomini si rimpicciolisce: ecco cosa sapere a riguardo.

Papà e neonato
Perché il cervello diventa più piccolo? (Canva)

Uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Cerebral Cortex ha messo in luce i cambiamenti a cui va incontro il cervello degli uomini dopo la nascita del primo figlio. La ricerca, in particolare, ha evidenziato che si verificano delle alterazioni nella struttura cerebrale dei neo-papà. In sostanza, il loro cervello si rimpicciolisce. Perché avviene questo fenomeno e cosa comporta? Scopriamolo insieme.

Ecco cosa succede al cervello degli uomini dopo la nascita del primo figlio

Se parliamo di cambiamenti fisici provocati dalla nascita di un figlio, non ci vengono certo in mente i papà.

Cervello umano
(Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Dopotutto, sono le future mamme a ospitare nel loro grembo la nuova vita che dopo 9 mesi verrà alla luce, andando incontro a modificazioni a livello corporeo, ormonale e persino relativi alla temperatura interna.

Eppure, un recente studio ha svelato che anche gli uomini subiscono gli effetti della nascita del loro primo figlio a livello fisico, con un cambiamento che interessa il loro cervello.

Per scoprirlo, i ricercatori hanno 40 uomini a risonanze magnetiche effettuate prima, durante e dopo la nascita del bebè. Dopo essere stati raccolti, i dati sono stati confrontati con le risonanze a cui si sono sottoposti 17 uomini senza figli.

L’obiettivo, naturalmente, era quello di verificare se ci fosse qualche caratteristica comune tra i neo-papà, che li differenziasse da coloro che non lo sono. Così, si è scoperto che il loro cervello va incontro a due modificazioni, che interessano l’area default mode network e il volume dell’encefalo.

Nel primo caso, questa area è responsabile di numerose funzioni, tra cui quelle coinvolte nell’ambito della genitorialità, come l’affetto e le cure parentali. La seconda e più incredibile modifica, invece, riguarda le dimensioni del cervello degli uomini, che dopo la nascita del primo figlio diventa più piccolo.

In particolare, la riduzione del volume interessa la zona corticale, relativa al sistema visivo.

Cosa comportano questi cambiamenti?

In realtà, le modificazioni cerebrali che avvengono quando si diventa papà non sono affatto pericolose o negative.

Al contrario, non solo si tratta di cambiamenti impercettibili, ma persino funzionali al nuovo ruolo ricoperto. Le modifiche che riguardano la vista, ad esempio, potrebbero suggerire che il sistema visivo è essenziale per i padri, perché li aiuta a riconoscere i propri figli e a soddisfare i loro bisogni.

Per questo, si tratta di un vero e proprio affinamento delle connessioni neurali, finalizzato a fornire ai neo-papà tutti gli strumenti più adeguati per assolvere a questo importantissimo compito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.