Pesce spada: attenzione alla quantità di mercurio al suo interno

Il mercurio è un elemento a cui fare molta attenzione ed è presente in molte varietà di pesce, in maggior quantità nel pesce spada.

mercurio all'interno del pesce
Pesce spada (Pexels)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

In una dieta equilibrata e sana il pesce è un elemento essenziale e i professionisti consigliano di consumarlo almeno due volte la settimana. Il pesce, infatti, è ricco di moltissimi nutrienti come proteine di alta qualità a basso contenuto di grassi. Inoltre, è ricco di acidi grassi omega-3, di vitamine come la D e la B2, di calcio e fosforo ed è un’ottima fonte di minerali, come ferro, zinco, iodio, magnesio e potassio.

Tuttavia una recente ricerca ha dimostrato che all’interno di quasi tutti i tipi di pesce c’è il mercurio. Secondo l’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità), il metilmercurio è un composto del mercurio altamente tossico e la principale fonte di esposizione è proprio attraverso il consumo di crostacei e pesce.

Pericolo mercurio: il pesce spada è quello che ne ha di più

mercurio nel pesce
Pesce e crostacei (Pixabay)

Il mercurio è comune nell’ambiente e si presenta in tre forme: organica, inorganica e metallica. La forma organica del mercurio, in particolare il metilmercurio, è la più pericolosa. Il metilmercurio nei pesci proviene principalmente dal mercurio presente nei sedimenti oceanici, che viene trasformato in metilmercurio dai microrganismi. Questa forma organica di mercurio viene assorbita dai tessuti dei pesci. Alti livelli di mercurio nell’organismo comportano una serie di problemi soprattutto a livello neurologico. l’Agenzia per la protezione dell’ambiente (EPA), raccomanda alle donne giovani, in gravidanza, in allattamento e  ai bambini di evitare determinate tipologie di pesce.

I pesci che contengono livelli più elevati di mercurio sono:

  • Pesce spada
  • Squalo
  • Linga
  • Raggio
  • Barramundi
  • Pesce gemello
  • Pesce specchio arancione
  • Tonno rosso meridionale.

I pesci con livelli di mercurio più bassi invece sono:

  • Salmone
  • Crostacei, compresi gamberi, aragoste e ostriche
  • Tonno in scatola.

Ebbene sì, il pesce a cui fare maggiore attenzione è anche uno dei più consumati, ovvero il pesce spada. Esso contiene 0,97 mg/kg di mercurio. Ovviamente questo non vuol dire che non si può mangiare, solamente che andrebbe limitato nella dieta e di acquistarlo il più possibile fresco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd