Perché compaiono i nei e perché è necessario saperli identificare

Vi siete mai chiesti perché all’improvviso la nostra pelle si riempie di piccole macchie marroni? Vediamo perché compaiono i nei e perché è necessario saperli identificare.

Comparsa de nei
Nei sul viso della donna (Pinterest)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Proprio come ogni parte del nostro corpo che può “lanciare” segnali quando il nostro organismo presenta qualche problema, anche la pelle può comunicarci se c’è qualcosa che non va.

Uno dei segni più comuni che possiamo riscontrare sulla nostra pelle sono i nei, sebbene questi ultimi non destano alcuna preoccupazione è molto importante tenerli sotto controllo.

Nel seguente articolo vedremo come si formano i nei, quando è motivo di preoccupazione e quali sono gli altri segni che possiamo trovare sulla nostra pelle.

Nei: perché compaiono e come distinguerli

I nei, detti anche nevi, sono delle protuberanze della pelle,  solitamente si presentano come una macchia rotondeggiante che può avere lo stesso colore della pelle o essere più scura.

Nei sulla schiena
Nei sulla schiena (Pinterest)

Possiamo osservare la presenza di nei in qualsiasi parte del nostro corpo: viso, schiena, seno, gambe e braccia. I nei sono causati da un processo proliferativo formato dall’accumulo dei melanociti, ossia cellule che producono melanina, il pigmento che è responsabile del colore della nostra pelle e dell’abbronzatura. Per questo motivo possiamo notare la presenza dei nei nelle parti più esposte alla luce solare.

Solitamente i nei, sono di natura benigna tuttavia in alcuni casi possono diventare forme tumorali. Per questo motivo è molto importante fare un controllo dermatologico regolarmente. Esistono vari tipi di nei, di colore e dimensioni diverse, e a seconda della parte del corpo in cui si trovano possono essere distinti in:

  • Nei giunzionale: si formano nell’infanzia e hanno un colore marrone o nero. Si trovano sullo strato più superficiale della pelle che ricopre il derma;
  • Nei intradermici: si formano nell’età adulta presentano un colore marrone chiaro e si trovano sotto l’epidermide;
  • Nei composti: presentano le caratteristiche dei due nei precedenti ma possono essere in rilievo e hanno una pigmentazione uniforme.

Solitamente i nei non presentano sintomi, ma quando questi iniziano a far male, causano prurito o sanguinano è molto importante effettuare una visita dermatologica. È necessario andare dal dermatologo anche quando un neo sembra diverso dagli altri o quando appare dopo i trent’anni.

Altri segni che possiamo trovare sulla pelle

Oltre ai nei è possibile notare sulla nostra pelle anche dei fibromi penduli ossia delle escrescenze cutanee peduncolate, chiamate comunemente porri. Questi ultimi sono di colore marroncino chiaro e solitamente possiamo riscontrarli sulle palpebre, sul collo, sulle ascelle o sul seno.

Verruche sulla pelle
Verruche (Pinterest)

Differentemente dal neo, il fibroma pendulo non può evolversi in tumore maligno. inoltre i fibromi penduli non provocano dolore, prurito o altri tipi di sintomi.

Un altro segno che possiamo trovare sulla nostra pelle sono le verruche. Queste ultime sono piccole protuberanze cutanee di colore giallo grigio a volte provocano dolore e possono presentarsi sulle mani o sulla pianta dei piedi.

Le verruche sono causate da un’infezione virale, il papilloma virus. Tale virus può essere trasmesso da uomo a uomo attraverso un contatto con gli oggetti della persona infetta come salviette o asciugamani.

È possibile prevenire la trasmissione di tale virus facendo attenzione all’igiene personale, evitando qualsiasi tipo di contatto con persone che presentano le verruche, non condividendo scarpe, asciugamani, strumenti per le unghie e indossando infradito nella doccia, negli spogliatoi pubblici e nelle piscine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.