Piante grasse vigorose: il concime fatto in casa ricco di vitamine

Anche le piante grasse hanno bisogno di cure, anche se minime, e un’ottimo soluzione è un concime fatto in casa ricco di vitamine.

Piante grasse
Piante grasse (Pexels)

 

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Quando si parla di giardinaggio le piante grasse non sono la prima cosa che vengono in mente. Anzi, chi non è del mestiere pensa che siano anche facili da tenere visto che non hanno bisogno di tanta acqua per sopravvivere. Tuttavia anche questo tipo di piante può marcire e se trascurati alcuni aspetti della cura si possono ammalare e morire.

Soprattutto, bisogna tenere conto del fatto che non devono essere annaffiate frequentemente, soprattutto in autunno, perché la stagione delle piogge potrebbe causare il ristagno del terreno. Per prevenire tutti questi disagi, basta proteggetele con un fertilizzante fatto in casa che ha possiede due funzioni: da un lato le fa crescere, dall’altro impedisce che muoiano per eccesso di acqua.

Cura delle piante grasse: come fare il fertilizzante in casa

cura pianta grassa
Giardinaggio (Pexels)

Nonostante le piante grasse siano molto resistenti, può capitare che trascurando alcuni aspetti possano rischiare di morire. Il modo per capire che la pianta sta soffrendo per l’eccessiva irrigazione è il colore delle sue foglie. Se sono marroni o nere, è un segnale d’allarme. Nel caso in cui la pianta grassa sia già marcita, quello che si deve fare è rimuovere le foglie nere e marroni e nel caso anche la radice se presenta questo tipo di problema.

Il concime migliore per evitare e prevenire che le piante grasse marciscano si prepara utilizzando:

  • 5 gusci d’uova
  • 1 cucchiaio di chiodi di garofano
  • 1 cucchiaio di cannella
  • Un po’ di ghiaia.

In una ciotola riporre tutti gli ingredienti e mescolare fino ad amalgamarli bene. Una volta incorporati, aggiungerli al terreno della pianta grassa. Il compost deve essere messo nella parte più bassa del vaso, in modo da fungere da filtro e drenare tutta l’acqua in eccesso. In questo modo si evita che la pianta marcisca, nutrendola al tempo stesso con le vitamine e i minerali contenuti nell’uovo, nella cannella e nei chiodi di garofano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd